Schianto in laguna: una barca contro una briccola, feriti gravi

Al pronto soccorso due sorelle canadesi e un veneziano, il conducente: inizialmente è fuggito dall'ospedale, poi è tornato. Indaga la polizia

La barca danneggiata e abbandonata (foto di Luca Bresin)

Due ragazze canadesi ferite, una in modo grave, oltre al conducente della barca. È il bilancio di un incidente nautico avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì nella laguna di Venezia. L'allarme è stato lanciato verso l'una, quando i tre si sono presentati al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni e Paolo. Il ragazzo, trentenne veneziano, ha spiegato agli operatori sanitari di avere avuto un incidente navale e ha affidato le due ragazze, di 30 e 21 anni, alle cure del personale. Dopodiché è fuggito.

Incidente in laguna

L'ospedale ha chiamato il 113 e gli agenti arrivati sul posto hanno raccolto la testimonianza delle ragazze, due turiste in vacanza a Venezia: le canadesi hanno spiegato ai poliziotti che il giorno prima avevano conosciuto tre gondolieri e avevano deciso di passare la serata con loro. Dopo cena uno dei tre le aveva portate a fare un giro in barca e mentre andavano a forte velocità il mezzo era andato a sbattere contro una briccola. La polizia si è messa subito a caccia del veneziano ma le ricerche sono terminate quasi subito, visto che nel frattempo il trentenne si è ripresentato al pronto soccorso perché anche lui era rimasto ferito. Ha riportato la rottura delle costole, una delle quali gli ha perforato un polmone. Il giovane ha ammesso le sue responsabilità, riferendo di aver lasciato la barca all'isola di Sant’Erasmo. È stato quindi denunciato per lesioni colpose gravi, l’imbarcazione recuperata e sequestrata è stata sottoposta ai rilievi della polizia scientifica.

Ferite all'ospedale

La ragazza più grande ha riportato una frattura della mascella e, a seguito del trauma cranico, le è stata riscontrata un’emorragia cerebrale per la quale è stata trasferita d’urgenza nel reparto rianimazione dell’ospedale dell’Angelo di Mestre. Ora è fuori pericolo e dovrà essere sottoposta a un intervento di chirurgia maxillo-facciale. La sorella più giovane ha riportato invece la frattura di un braccio: nelle ore successive è stata dimessa con 20 giorni di prognosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jesolo, fine estate col botto: nel weekend le Frecce Tricolori e la mezza maratona

  • Grave incidente nautico al Lido, tre morti

  • Tumore del colon-retto, l'ospedale dell'Angelo una vera e propria eccellenza: i dati

  • Lite finisce nel sangue: donna accoltella un uomo in centro a Mestre

  • Nessuna traccia di Mattia, ricerche proseguite tutto il giorno e sospese in serata

  • Incidente tra un'auto e un camion: giovane incastrato nell'abitacolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento