Onda "anomala" in Bacino, la gondola si inclina: tre turisti finiscono in acqua

L'imbarcazione venerdì pomeriggio si è incastrata sotto il pontile inclinandosi verso destra: gli occupanti sono finiti a mollo. Il gondoliere Restia: "Moto ondoso grosso problema"

Foto Marco Zanon (Facebook)

"Il problema è sempre quello, e in questi mesi non è cambiato nulla. Queste cose non è la prima volta che accadono". A parlare è Marco Farnea, gondoliere 51enne dello stazio Molo a San Marco che suo malgrado è stato protagonista di un incidente nautico mentre stava rientrando in cavana. Assieme a lui sono finiti in acqua anche i tre turisti australiani (ma residenti a Londra) che si trovavano a bordo dell'imbarcazione, intenti a immortalare la bellezza della città lagunare da un punto di vista privilegiato. Stavano per concludere il loro giro turistico.

Non si aspettavano il fuori programma: "E' stata colpa di un'onda anomala che ha mandato la prua sotto il pontile - racconta il gondoliere, che nell'incidente ha perso anche il cellulare finito a mollo - a quel punto la barca si è inclinata sul fianco destro e i tre turisti, due signori e una signorina, sono finiti in acqua. Io ho tentato in extremis di raddrizzare lo scafo dandomi una spinta sul palo opposto per controbilanciare l'inerzia, ma oramai avevamo imbarcato acqua. A quel punto, una volta che mi sono assicurato che comunque i passeggeri in pochi istanti sarebbero stati soccorsi dai miei colleghi, mi sono lasciato scivolare". 

IL  RECUPERO DELLA GONDOLA (VIDEO MARCO ZANON)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I "naufraghi", comprensibilmente impauriti per l'accaduto, sono stati rincuorati e riscaldati: "Abbiamo offerto loro il the e con delle coperte li abbiamo aiutati - continua Marco Farnea - stavano bene nonostante lo spavento. Abbiamo chiamato un taxi acqueo e sono tornati al bed and brakfast dove alloggiano. Abbiamo dato loro indietro i soldi". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel bagno fuori stagione purtroppo i visitatori australiani avrebbero perso un cellulare e una videocamera. La scena di fronte a un discreto numero di persone, tra passanti e gondolieri. "Ho 51 anni e faccio questo lavoro da 32 anni - sottolinea il "pope" - per noi il moto ondoso è molto insidioso. Un vero problema. A causarlo soprattutto il fatto che si usino sempre meno imbarcazioni tradizionali a fondo piatto adatte alla nostra laguna. Ora ci sono troppi natanti contraddistinti da carene 'dislocanti', che creano dei veri e propri gorghi sott'acqua. Non si vedono, ma devastano i nostri palazzi e, com'è accaduto oggi, ci mettono in pesante difficoltà. E' quasi la quotidianità. A farmi cadere sarà stata un'onda causata da una imbarcazione in transito verso il Redentore o all'altezza di San Giorgio. Non le vedi fino all'ultimo". Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco. La polizia municipale ha invece acquisito le immagini della videosorveglianza per far luce con esattezza sull'accaduto. E' possibile, infatti, che possa aver concorso anche un movimento brusco di qualche passeggero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento