Incidente sulla camionabile a Mirano, un bambino di otto anni all'ospedale

Lo schianto verso le 18 all'altezza del ditributore San Marco. Un 22enne di Spinea ha tamponato una Yaris con a bordo madre e figlio per poi urtare un'altra auto. Quattro feriti lievi

L'auto nel fosso

Per un attimo i soccorritori hanno temuto il peggio per quel bambino di otto anni seduto sui sedili posteriori. Poi, per fortuna, si sono accorti che non era grave. La scena, in piena camionabile, metteva i brividi. Poco prima delle 18 in viale Venezia a Mirano, all'altezza del distributore di benzina San Marco, un 21enne di Spinea, M.M., ha tamponato violentemente una Toyota Yaris spingendola fuori strada. L'auto, che procedeva in direzione Spinea, è uscita dalla carreggiata sulla destra, incastrandosi di muso nel fossato adiacente. A bordo il bambino e la madre, V.N., 37 anni, residenti a Mirano.

La Hyunday Atos, invece, ha continuato la sua corsa tamponando un'altra Toyota Yaris con a bordo due coniugi di mezza età residenti a Spinea. In totale sono stati quattro i feriti trasportati all'ospedale di Mirano, tutti con codici bianchi e verdi. Secondo testimoni lo schianto sarebbe stato dovuto a un mezzo pesante fermo in mezzo alla carreggiata in attesa di poter svoltare all'interno del distributore. Un momento di distrazione o un malore, i rilievi della polizia municipale sono durati fino a sera, e il 21enne ha travolto le altre auto. Il parabrezza della Hyunday Atos era strisciato pesantemente, come il muso, completamente distrutto dalla forza d'urto. Sul posto anche una squadra dei vigili del fuoco di Mestre e una pattuglia della polizia stradale. Per ore la viabilità è stata gestita a senso unico alternato, con inevitabili disagi.

Questo non è stato l'unico incidente che ha caratterizzato la giornata miranese. Alle 17.30 di venerdì, infatti, una vecchia Alfa Romeo guidata da una persona dal tasso alcolemico superiore alla norma ha travolto alcuni cartelli stradale e un palo della luce in corrispondenza della rotonda che collega via Giacomo Matteotti e via Cesare Battisti. Un passante non è riuscito a mettersi in salvo ed è stato colpito in pieno da un palo. L'automobilista ha continuato la sua corsa per alcune centinaia di metri prima di fermarsi. La sua posizione ora è al vaglio dei carabinieri di Mestre, intervenuti per i rilievi. Conseguenze lievi per il malcapitato, rialzatosi subito sulle sue gambe.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

Torna su
VeneziaToday è in caricamento