menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Tragico incidente a Dolo tra auto, camion e suv: muore geometra di Camponogara

Lo schianto poco dopo le 16.30 di lunedì in via Arzerini. Coinvolti un mezzo pesante (finito in parte fuori carreggiata) e due altri veicoli. Perde la vita Massimo Niero, 52 anni

Foto dei vigili del fuoco

Tragico incidente stradale lunedì pomeriggio a Dolo in corrispondenza di via Arzerini. Lo schianto ha coinvolto un autotreno, un suv e una utilitaria. Purtroppo, nonostante l'intervento dei sanitari del 118, una persona ha perso la vita: si tratta di Massimo Niero, geometra 52enne residente a Camponogara. L'incidente è avvenuto poco dopo le 16.30 lungo la strada provinciale che collega Dolo a Camponogara, sopra il cavalcavia dell'idrovia, a un paio di chilometri di distanza dal centro di Dolo e a pochi metri dal confine tra i due comuni.

IL CORDOGLIO DELLA RIVIERA, NIERO SCAMPO' AL TORNADO

Il mezzo pesante, un bilico telonato, è uscito parzialmente dalla carreggiata. L'impatto sarebbe avvenuto prima tra il camion (che procedeva verso Dolo) e il suv, un Land Rover Freelander che avanzava in direzione opposta. Per il conducente di quest'ultimo non c'è stato scampo. Sarebbe stato proprio il Land Rover a perdere il controllo e finire nella corsia di marcia opposta, scontrandosi in maniera semi-frontale con il tir e girandosi su se stesso per poi impattare contro l'altra auto, una Daewoo Matiz che si trovava dietro il suv, nello stesso senso di marcia. Devastante l'impatto, tanto che il fuoristrada è apparso completamente distrutto ai soccorritori. Illeso il camionista. Lo schianto è avvenuto proprio sul cavalcavia (caratterizzato da una leggera curva), complice forse anche l'asfalto bagnato per colpa della forte pioggia. L'autoarticolato, guidato da un camionista italiano, è di proprietà di una ditta veneta.

POCO DOPO CICLISTA INVESTITA DUE VOLTE, GRAVISSIMA

Sul posto per accertare la dinamica dell'accaduto gli agenti della polizia municipale. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, anche per mettere in sicurezza la carreggiata visto che ci sarebbe stata pure una cospicua perdita di carburante. I pompieri sono intervenuti con un'autogru per il recupero del bilico, finito in parte fuori strada contromano. Alle 18 la strada è chiusa al traffico già dal semaforo che regola l'incrocio con via Alture e via Cimitero. Partecipano alle operazioni anche i carabinieri di Camponogara, per gestire la viabilità.

ALTRO GRAVE INCIDENTE - Un'ora e mezza più tardi, verso le 18, in via Barbariga a Fiesso d'Artico si è registrato un altro schianto preoccupante: una ciclista è stata tamponata da un'auto e fatta volare sulla corsia di marcia opposta proprio nel momento in cui sopraggiungeva un secondo veicolo. La donna è in condizioni critiche (DETTAGLI).

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      E' stata la volpe. Il responso degli esami sugli animali morti: "Ci sono solo ferite da morso"

    • Cronaca

      Nuovo raid all'oasi di Spinea, ritorno nella notte per "finire il lavoro". Altri animali uccisi

    • Cronaca

      Allarme bomba all'aeroporto di Venezia, ma erano delle canne da pesca

    • Cronaca

      Inseguimento di 40 minuti in Riviera: tenta anche di speronare tre volte i carabinieri

    Torna su