Auto contro un platano, morto un 28enne

È successo verso le 5 di domenica 14 luglio a Jesolo. Ha perso la vita il conducente, originario di Ascoli Piceno impiegato all'ospedale di San Donà

Nel tondo, Brian Merletti

Una nottata tragica sulle strade di Jesolo. Oltre al terribile incidente in cui sono morti quattro ragazzi a Ca' Nani, un altro giovane di 28 anni ha perso la vita in uno schianto stradale avvenuto poche ore più tardi, alle 5 del mattino di domenica 14 luglio. Il ragazzo deceduto, Brian Merletti, era originario di Ascoli Piceno e si era trasferito un anno fa a San Donà per motivi di lavoro: era impiegato come infermiere nella Cardiologia dell'ospedale cittadino.

Incidente mortale

L'incidente è accaduto in via Roma Sinistra, sempre a Jesolo: l'auto che il 28enne stava guidando è finita fuori strada, schiantandosi contro un platano. I pompieri provenienti dal precedente incidente di Ca' Nani hanno estratto il conducente, rimasto incastrato alla guida, e lo hanno affidato alle cure dei sanitari del 118. Purtroppo, nonostante i tentativi di rianimazione, il ragazzo è stato dichiarato morto. I carabinieri hanno eseguito i rilievi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ricordo dei colleghi e dell'Ulss

Un collega della Cardiologia di San Donà ha espresso così il proprio cordoglio: «Lo ricordiamo con il suo sorriso e per la sua vitalità travolgente, che ha portato nel nostro gruppo una leggerezza intelligente, che ci ha arricchiti anche nel lavoro». Il direttore dell'Ulss 4, Carlo Bramezza, ha commentato così: «Era un infermiere giovane, di 28 anni, qui da poco più di un anno, che si era ben formato, ben inserito nella equipe guidata dal dottor Francesco Di Pede ed era stimato dai colleghi per il suo buon lavoro, sempre sorridente e benvoluto da tutti. A queste giovani vittime della strada va il mio personale cordoglio e quello dell’azienda sanitaria che rappresento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ubriaco, picchia una ragazza e i carabinieri: neutralizzato con 2 dosi di sedativo

  • Auto fuori strada, morto un uomo

  • Lite finisce nel sangue: 37enne accoltella l'ex suocero

Torna su
VeneziaToday è in caricamento