Schianto sulla Treviso mare: morto un motociclista, grave la moglie

L'incidente stamattina a Meolo. Ha perso la vita un 54enne di Silea. La donna, che viaggiava con lui, è stata elitrasportata all'Angelo. Indagano i carabinieri

Grave incidente sulla strada Treviso mare nella tarda mattinata di martedì. Lo schianto è avvenuto tra un'automobile e una motocicletta con a bordo due persone, nel territorio di Meolo all'altezza del distributore San Marco Petroli. A seguito dello scontro è morto il motociclista, Walter Ros, 54enne di Silea (Treviso); la moglie, la 56enne Elena Libera Pedatella, che viaggiava con lui, è rimasta gravemente ferita nella caduta. I sanitari del 118 l'hanno soccorsa e caricata a bordo dell'elicottero per trasportarla all'ospedale dell'Angelo. Sarà necessario aspettare le prossime ore per conoscere gli sviluppi delle sue condizioni di salute.

I soccorsi

Quando gli operatori del Suem 118 sono arrivati sul luogo dell'incidente, per Ros non c'era già più nulla da fare. È spettato ai carabinieri locali effettuare i rilievi del caso con l'obiettivo di ricostruire la dinamica dello schianto. Stando alle prime informazioni, l'impatto sarebbe avvenuto nel momento in cui la macchina, guidata da un ragazzo di Meolo, stava svoltando a sinistra per entrare nell'area di servizio. La moto, che sopraggiungeva dalla direzione opposta, non è riuscita ad evitarla. La coppia stava andando verso il mare per una giornata di relax. Walter Ros, che era stato addetto della Seal, un'azienda specializzata nelle disinfestazioni (aveva lavorato di recente anche a Silea, presso il parco dei Moreri), lascia due figli di 27 e 24 anni.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento