Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

Senza feriti lo schianto fra il mezzo pesante e il bolide, verso le 15.30 di oggi, mercoledì 14 agosto. Due soccorsi dal Suem 118 nel secondo impatto accaduto 20 chilometri più avanti, poco dopo

Incidente con la Ferrari sotto al tir

Una Ferrari è finita sotto un mezzo pesante oggi, 14 agosto, verso le 15.30, sul Passante di Mestre. L'incidente fra il tir e la vettura sportiva, andata distrutta, è avvenuto in direzione Trieste. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito.

Tamponamento

Non è andata così nel secondo schianto. Poco dopo, sempre in A4, 20 chilometri più avanti rispetto al punto del primo scontro, sul Passante, c'è stato un tamponamento tra due veicoli. Quattro persone sono state soccorse dal Suem 118, ma solo due sono state portate all'ospedale di Mirano e non sarebbero in gravi condizioni. Sul posto i vigili del fuoco di Mira e Mestre, il personale di Autovie Venete, gli ausiliari di Concessioni Autostradali Venete e la polizia stradale. 

La perdita

Il passante, in precedenza chiuso, è stato riaperto verso le 20 in direzione Trieste tra il bivio A4/A57 e il casello di Spinea. Dopo la rimozione dei mezzi e la pulizia del manto stradale, gli operatori sono stati impegnati nella bonifica dello scolo tra le carreggiate a causa della perdita di carburante del mezzo pesante e della successiva messa in sicurezza del securvia danneggiato nell’incidente. Il traffico, prima indirizzato in tangenziale di Mestre verso Venezia, è tornato regolare.

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Incidenti sul Passante: una Ferrari incastrata sotto un camion

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento