Frontale nella notte a Summaga, muoiono un 24enne e una 79enne

Lo schianto verso l'1.20 sulla Postumia. Il giovane, Simone Caivano, è deceduto in ospedale. La donna, Bianca Ghin, ha perso la vita sul colpo. Suo marito, 83enne, è ricoverato in Ortopedia con prognosi di 30 giorni

Tragico frontale stanotte verso l'una e venti a Summaga, frazione di Portogruaro. Sulla strada statale 53 Postumia. Nello schianto hanno perso la vita Simone Caivano, 24enne residente di Pramaggiore, alla guida di una Peugeot 106, e Bianca Ghin, 79enne residente a Portogruaro, a bordo di una Fiat 500 guidata dal marito Angelo Lian, 83enne. Coinvolta anche una terza autovettura, una Toyota Yaris, guidata da un donna, R.M., 51enne di Portogruaro, rimasta illesa.

 

Ancora in corso di accertamento la dinamica dell'incidente da parte dei carabinieri della stazione di Portogruaro. L'asfalto viscido per la forte umidità potrebbe aver giocato un ruolo decisivo. Per l'anziana donna i soccorsi sono stati inutili. E' deceduta sul colpo. Simone Caivano, invece, è stato trasportato d'urgenza all'ospedale di Portogruaro, dove ha lottato per la vita fino a due ore più tardi, quando ha perso la vita. Troppo gravi le ferite riportate. Angelo Lian è ricoverato nel reparto di Ortopedia dello stesso centro sanitario per traumi guaribili in 30 giorni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incidente è avvenuto nel tratto di strada che collega Summaga a Pradipozzo, in un rettilineo. Anche se abbastanza isolato. Attorno poche case lontane dal manto stradale. La Fiat 500 proveniva da Portogruaro, in direzione Pramaggiore. Simone Caivano dalla parte opposta. Non è escluso che una concausa dello schianto possa essere stato un improvviso banco di nebbia che avrebbe ostacolato la visibilità. Per liberare dalle lamiere il giovane si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Il ceppo di covid proveniente dalla Serbia è molto aggressivo. Zaia: «Preoccupati per i virus importati»

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento