Cittadini e giunta allo stesso tavolo per il futuro di Palazzo Soranzo: "Luogo d'incontro"

Giovedì sindaco Brugnaro e assessori hanno incontrato a Palazzo Da Mula la cittadinanza: "Abbiamo un anno di tempo per trovare come utilizzarlo. Il dialogo deve continuare"

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha incontrato giovedì pomeriggio a Palazzo Da Mula a Murano i cittadini intervenuti all'incontro pubblico voluto dal primo cittadino stesso per ascoltare la cittadinanza e definire, attraverso un percorso partecipato, le funzioni da svolgere a Palazzo Soranzo che siano sostenibili economicamente con il mantenimento dell'immobile e delle sue pertinenze. Ad accompagnare il primo cittadino anche la vicesindaco Luciana Colle, gli assessori ai Lavori pubblici, Francesca Zaccariotto, all’Urbanistica, Massimiliano De Martin, e alle Politiche educative, Paolo Romor, il consigliere delegato alle Isole, Alessandro Scarpa Marta, i consiglieri comunali Francesca Rogliani e Maurizio Crovato, oltre a numerosi dirigenti comunali e al direttore di Insula spa, Alessandra Bolognin.

"Soluzioni partecipate" 

“La lettera che molti di voi hanno firmato - ha esordito Brugnaro - per chiedere che Palazzo Soranzo non venga messo in vendita è una bella dimostrazione che volete prendervi cura di Murano. Ho apprezzato l’intento costruttivo e non polemico e sono qui per ascoltarvi, per sentire quali sono le vostre esigenze e soprattutto le vostre proposte rispetto al futuro di questo palazzo. Intanto abbiamo preparato un emendamento, che presenteremo al prossimo Consiglio comunale, che consentirà di far slittare l’eventuale alienazione del palazzo al 2019. Abbiamo quindi un anno di tempo per cercare insieme soluzioni sostenibili e il più possibile partecipate che permettano di usufruire di questo immobile nel modo più utile alla cittadinanza”.

"Un luogo di aggregazione"

Numerosi gli interventi dei cittadini, da molti dei quali è emerso il desiderio di fare diventare gli spazi di Palazzo Soranzo luoghi di aggregazione, di incontro. Tra le proposte emerse, ad esempio, quella di fare del palazzo la sede di una biblioteca, che non sia solo luogo di prestito libri ma anche contenitore di eventi per bambini e non solo, o quella di affidare gli spazi alle società sportive che operano nell’isola. Anche su Palazzo Da Mula, sede della Municipalità di Venezia Murano e Burano, sono arrivate proposte, come quella di trasferirvi gli studi dei medici di base dell’isola, attualmente ubicati in un’area decentrata e difficilmente raggiungibile dei cittadini. “Grazie al Patto per Venezia - ha annunciato il primo cittadino - saranno messi a disposizione 500mila euro per adeguare la palestra dove gioca il Basket Murano, in modo che, in caso di promozione in C1, possa giocare senza andare via dall'isola”.

"Il dialogo continui" 

L’incontro si è chiuso con un invito del sindaco ai cittadini a proseguire il dialogo dopo le festività natalizie. “Avanzare pretese o fare polemiche è facile, fare proposte costruttive, mettersi in gioco in prima persona lo è molto meno. Palazzo Soranzo è un bene a disposizione dei muranesi e di tutta la città. Sta anche a voi prendervi la responsabilità di dare nuova vita a questi spazi riempiendoli di contenuti. Da parte dell'amministrazione c'è la massima disponibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

Torna su
VeneziaToday è in caricamento