Pedopornografia, perquisizioni anche a Venezia

Due arresti e una decina di indagati. Sequestrati materiale informatico e cellulari

Due arresti e, in totale, una decina di indagati: sono i numeri di un'indagine della polizia postale del Veneto sullo scambio di materiali pedopornografici attraverso il servizio di messaggistica Kik. Gli agenti hanno eseguito una serie di perquisizioni tra le province di Venezia, Verona, Vicenza, Roma, Bari, Agrigento, Cremona, Alessandria e Pescara. 

Tra gli indagati c'è anche un minorenne. Secondo gli investigatori, si sarebbero procurati materiale pedopornografico attraverso la chat. A seguito delle perquisizioni sono stati arrestati un 22enne residente nella provincia di Vicenza e un 47enne residente nella provincia di Alessandria. Sono stati posti sotto sequestro parecchi dispositivi informatici utilizzati dagli indagati per inviarsi i files.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Concerti

    Home Venice, San Giuliano sarà un villaggio per 45mila persone

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito, elitrasportato in gravi condizioni dopo l'impatto a terra

  • Cronaca

    Presunta violenza sessuale in discoteca, una ragazza all'ospedale

  • Attualità

    Classifica della salute: Venezia è 36ª in Italia, male i dati su pediatri e medici di base

I più letti della settimana

  • A Venezia compare un graffito di Banksy

  • Selfie sul pontile, scivola in acqua e muore annegato

  • Fatture false per 25 milioni: 12 arresti, un chioggiotto nella triade del sodalizio

  • Acqua e limone a digiuno la mattina: verità o falso mito?

  • Pugni e sassi contro due giovani: pitbull difende i padroni e azzanna gli aggressori

  • Torna l'acqua alta a Venezia, sarà un fenomeno "anomalo": toccherà quota 110 centimetri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento