Allarme PM10, corteo in Rio Novo: «Laguna più inquinata della tangenziale»

No Grandi Navi, Laguna Bene Comune, Associazione AmbienteVenezia e il Collettivo Universitario Lisc marciano contro lo smog da traffico acqueo in centro storico

Foto: Stop PM10 pagina Facebook Comitato Nograndinavi

«Rio Novo è più inquinato della tangenziale di Mestre ma non si introduce alcuna restrizione al traffico acqueo a Venezia centro storico, e nelle acque di competenza comunale della laguna». A denunciarlo in un post su Facebook è il Comitato Nograndinavi che, mercoledì, assieme a Laguna Bene Comune, Associazione AmbienteVenezia e il Collettivo Universitario Lisc ha marciato in corteo contro l'allarme polveri sottili nella città lagunare.

Rio Novo

«L'annunciata ordinanza relativa al traffico nel Rio Novo continua a rimanere chiusa nei cassetti del Comune di Venezia - scrivono comitati e associazioni -. Nei giorni scorsi è scattato prima l’allarme arancio e poi quello rosso e il Comune, in base all’Accordo di Programma del Bacino Padano sulle misure di contenimento delle polveri sottili, ha introdotto alcune restrizioni. Ma non ha posto alcuna limitazione al traffico acqueo a Venezia».

Polveri sottili

«La nuova centralina installata sperimentalmente in Rio Novo sta dando risultati inquietanti - scrivono i gruppi -. Una grande nave (da crociera o mercantile) inquina come 14.000 automobili, ma anche vaporetti, motonavi, lancioni granturismo, imbarcazioni da trasporto o da diporto non scherzano, visto che contribuiscono per un 14% all’inquinamento complessivo. Dalle nostre rilevazioni - effettuate in questi ultimi anni (2014-2015-2016) con l‘associazione tedesca Nabu sulle polveri ultrasottili (di dimensioni inferiori al PM2,5), risulta che in diverse parti della città si raggiungano livelli estremamente pericolosi, con aumento dei danni alla salute umana».

Richieste

«Chiediamo da diversi anni - continuano i comitati - una efficiente rete di rilevazione degli inquinanti in laguna e in centro storico; che le grandi navi da crociera si fermino fuori dalla laguna; che tutte le banchine portuali vecchie e nuove, dentro e fuori della laguna, siano elettrificate per fornire energia elettrica alle navi in fase di attracco che devono tenere i motori spenti, che tutti i mezzi acquei circolanti in laguna e in città utilizzino carburanti a basso tenore di zolfo e utilizzino le migliori tecnologie anti-inquinamento attualmente a disposizione. Chiediamo inoltre la rottamazione dei mezzi più inquinanti pubblici e privati, con sgravi per la riconversione».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'acqua alta cancella anche la musica, sommersa la biblioteca del Conservatorio Benedetto Marcello

  • Investito da un camion, ciclista muore a Fiesso d'Artico

  • Cocaina fuori dal locale e in casa: coppia in manette a Mirano

  • Giovani investiti da un treno mentre camminano lungo i binari: lui grave

  • Portata nei bagni della discoteca e violentata, la denuncia di una 18enne

  • Auto rovesciata in fossato, un ferito

Torna su
VeneziaToday è in caricamento