Bruxelles incalza il Veneto sull'inquinamento: molto male a Venezia, Treviso e Vicenza

Poveri sottili, la commissione europea ha inviato una lettera con un parere motivato: serve una risposta entro due mesi, altrimenti ci sarà il deferimento alla Corte di giustizia

La Commissione europea ha inviato all'Italia una lettera con un parere motivato, seconda fase della procedura di infrazione, affinché adotti "azioni appropriate" per ridurre le emissioni di particolato pm10. E tra le zone con la più alta concentrazione di inquinamento c'è proprio la provincia di Venezia. Come anticipato da Ansa, la procedura è stata avviata per la violazione dei limiti giornalieri di pm10 in 30 zone.

Sono coinvolte, oltre al Veneto, anche Lombardia, Piemonte, Toscana, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Campania, Marche, Molise, Puglia, Lazio e Sicilia. Il parere motivato si riferisce inoltre al superamento del valore limite annuale in 9 zone: Venezia-Treviso, Vicenza, Milano, Brescia, due zone della Pianura padana lombarda, Torino e Valle del Sacco (Lazio). Se l'Italia non risponderà con azioni concrete entro due mesi, la Commissione potrà deferire il caso alla Corte di giustizia dell'Ue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Trovato morto in ostello, disposta l'autopsia

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento