A piazzale Roma "tira una brutta aria": polveri sottili e rumore sono fuorilegge

Preoccupanti le rilevazioni nei tre giorni scorsi a Venezia: vento e pioggia hanno contribuito a salvare la città dalle pm10, ma l'inquinamento acustico ha superato i limiti anche di notte

Anche se nei tre giorni appena passati di rilevazioni non si sono mai sforati i limiti, a Venezia, come in gran parte del Veneto, "tira una brutta aria". Inquinata, caratterizzata da percentuali di pm10 spesso oltre la soglia di 50mg/m3 stabilita dall'Unione Europea. A soli tre mesi dall'inizio dell'anno, tutte le città della regione, ad esclusione di Belluno, hanno già esaurito il "bonus" di 35 giorni di sforamento annui che Bruxelles considera tollerabile per la salute umana.

Stamattina sono stati presentati i risultati del monitoraggio effettuato a Piazzale Roma, all'altezza del civico 496, in prossimità dell'ingresso dell'autorimessa comunale. In questo caso Venezia si è salvata, grazie, si fa per dire, al vento e alla pioggia, che hanno disperso le polveri sottili. La media giornaliera di pm10 più alta, infatti, é stata quella di domenica 1 aprile, con 40 mg/m3.   

L'Arpa Veneto conferma l'allarme smog per tutta la regione: i capoluoghi di provincia veneti sono tra i primi in classifica nella black list italiana per numero di giorni di sforamento. In testa alla graduatoria regionale, a soli tre mesi dall'inizio dell'anno: Vicenza con 68 superamenti, Verona fa registrare 60 sforamenti, Padova è a quota 57, Venezia 55, Rovigo e Treviso 54. Solo Belluno respira: sono i sette superamenti dall'inizio dell'anno.

Nel mirino anche l'inquinamento acustico. In città il rumore è sempre fuori legge. Oltre i limiti concessi i decibel registrati, tre giorni su tre, sia di giorno che di notte. Questo il quadro che emerge dalle analisi compiute dal Treno Verde, la storica campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane.

 

I dati del monitoraggio, sono stati presentati in conferenza stampa a bordo del convoglio ambientalista in sosta al binario 14 della stazione di Venezia Santa Lucia da Gigi Lazzaro, presidente Legambiente Veneto, Rossella Muroni, direttrice generale Legambiente, Gianfranco Bettin, assessore Ambiente e Città Sostenibile di Venezia e Luca Ricciardi, responsabile laboratorio mobile di Rfi.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Scorzè: camionista investito e ucciso nella notte

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: l'affluenza si ferma al 21,73%

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Scoperta a rubare vestiti, aggredisce il direttore e gli punta le forbici in faccia

  • Referendum per la separazione di Venezia e Mestre: affluenza al 21,7%. Sì al 66%

Torna su
VeneziaToday è in caricamento