Anche la municipalità di Marghera con il Comune: "Intitolare una via a Gigi Russo"

Nella prossima seduta del Consiglio di municipalità votato un documento con cui chiedere alla prefettura una deroga al grande commissario di polizia legato alla città giardino

La municipalità di Marghera sostiene la richiesta di intitolare una via – la prosecuzione di via Fermi, parallela agli uffici della questura di via Nicolodi, vicino alla chiesa di san Pio X - all’ispettore della polizia di Stato Luigi Russo e lunedì 14 novembre alle 18 in municipio si riunirà il Consiglio per votare un atto in questo senso. E' infatti necessaria una deroga perché l’intitolazione sia possibile, non essendo ancora trascorsi cinque anni dalla scomparsa di Russo (avvenuta soltanto nel gennaio del 2015 a 73 anni). La giunta comunale si è già espressa favorevolmente ma è necessario che sia la prefettura a dare il via libera. 

“Confidiamo che ciò avvenga in tempi rapidi. La storia di Gigi, il suo legame con questo territorio e questa città, lo rendono possibile e anzi doveroso”, commenta il presidente della municipalità, Gianfranco Bettin. L’intenzione è che la seduta del Consiglio rappresenti anche un significativo momento per ricordare l’ispettore fondatore del Siulp, primo sindacato di polizia, uomo capace di operare in anni e in luoghi difficili contrastando la criminalità comune e organizzata e il terrorismo sempre con grande professionalità. Un uomo irreprensibile nei modi e al contempo dalla grande sensibilità sociale e umana, al punto da essere stimato perfino da chi era da lui legittimamente perseguito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Anche dopo essere andato in pensione Gigi ha continuato a impegnarsi nell’Asdive, l’associazione sportiva per non vedenti, ed è diventato presidente della Securvigilar, società di vigilanza. Non ha mai perso il contatto con sindacati e rappresentanze di polizia, a riprova di un'indomita energia e passione civile e professionale”, conclude Bettin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Coldiretti Venezia: si raccolgono adesioni per il lavoro in campagna

  • Bollettino serale, registrati tre decessi in provincia

  • Il bollettino Covid-19 del 3 aprile sera: ancora morti, calano i ricoveri

Torna su
VeneziaToday è in caricamento