Sintomi di intossicazione al pronto soccorso di Chioggia, la Cgil: "Occorre chiarezza"

La Fp Cgil interviene sull'episodio avvenuto verso le ore 20 di sabato 10 febbraio quando pazienti ed operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chioggia hanno avvertito sintomi di irritazione agli occhi e alla gola per cause ancora da stabilire

La Fp Cgil interviene sull'episodio avvenuto verso le ore 20 di sabato 10 febbraio quando pazienti ed operatori del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chioggia hanno avvertito sintomi di irritazione agli occhi e alla gola per cause ancora da stabilire.

Le cause


"Innanzitutto – dichiara Cristina Bastianello della FP CGIL - bisogna riconoscere che solo grazie al tempestivo intervento degli operatori, che hanno trasferito i pazienti in altri locali, si è impedito che la situazione potesse diventare ben peggiore. Evidentemente qualcosa deve essere accaduto e abbiamo inviato oggi stesso una richiesta al Direttore Generale di accertare al più presto le cause che hanno provocato questi problemi e di dare tempestiva comunicazione degli esiti dei rilievi fatti dall’Arpav, onde prevenire ed impedire che episodi come questo possano ripetersi causando disagio agli utenti e ai lavoratori che operano quotidianamente in Pronto soccorso.

"Episodio preoccupante"


Siamo perplessi - continuna Bastianello - che un episodio preoccupante come quello di sabato abbia interessato un Pronto Soccorso, considerato all’avanguardia, che è stato inaugurato appena due anni fa e con un finanziamento regionale di 4 milioni di euro (soldi pubblici). E cogliamo l’occasione per ricordare che, nonostante gli impegni pubblicamente presi a quel tempo con le Organizzazioni Sindacali, non sono mai stati adeguati gli organici alle necessità assistenziali. Ribadiamo quindi la necessità di urgente chiarezza dalla Direzione - conclude - e siamo pronti a vigilare sulla situazione ambientale del Pronto Soccorso perché pazienti ed operatori si trovino in situazione di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento