«Addetti alla sicurezza non in regola»: il questore mette i sigilli al King's di Jesolo

Il provvedimento è stato notificato venerdì. Già nel 2018 il club era stato chiuso a inizio stagione

«Il personale addetto alla sicurezza non risultava iscritto nell’apposito elenco prefettizio ed era privo di un contratto di lavoro con l’istituto di vigilanza». Per questo motivo, venerdì pomeriggio gli agenti del commissariato di Jesolo, su ordine del questore di Venezia Maurizio Masciopinto, hanno notificato un provvedimento di sospensione ai gestori della discoteca King's di Jesolo. Il club, per la questura, dovrà rimanere chiuso fino al 30 giugno. 

Il conrollo

Come già annunciato nelle scorse settimane, la polizia sta effettuando una serie di controlli nei bar, locali e discoteche della provincia. Lo stesso questore Masciopinto aveva indirizzato una lettera ai titolari dei locali pubblici invitandoli a rispettare le regole, pena l'adozione di provvedimenti severi. E, dopo, un bar a Mestre che serviva alcolici ai minorenni chiuso nei giorni scorsi, stavolta è toccato al King's, che già nel 2018 aveva subìto un provvedimento di sospensione per due settimane all'inizio della stagione. «La sospensione trova fondamento nelle gravi irregolarità riscontrate dai poliziotti durante un recente controllo al locale, carenze che rappresentano una grave minaccia per l’ordine e la sicurezza dei giovani che, ignari, ci passano le loro serate estive», spiegano dalla questura. Durante gli accertamenti, gli agenti hanno scoperto che il personale dell'agenzia esterna alla quale il locale si era affidato per gestire la sicurezza non era qualificato. «La mancata formazione e qualificazione rappresenta una grave violazione di quanto previsto per legge ed una ingiustificata carenza da parte del gestore del locale che espone gli avventori della discoteca a situazioni di possibile insicurezza», proseguono dalla questura.

«Al lavoro per riaprire»

Venerdì, dunque, i gestori del King's hanno dovuto annullare all'ultimo momento la serata. «Il provvedimento riguarda l'operato e l'attività dei servizi di agenzia esterni dediti alla vigilanza e la pubblica sicurezza all'interno del locale - sottolineano dal club -. Siamo già al lavoro per la riapertura del locale».

Chiusa anche una sala scommesse

Sabato mattina, invece, la polizia ha notificato un provvedimento di chiusura per 15 giorni della sala scommesse Best4Win, in via Olanda a Jesolo. «Dai controlli recenti è risultato come il pubblico esercizio sia luogo di ritrovo di persone pericolose, dedite ad attività illecite, gravate da precedenti penali e pregiudizi di polizia per reati anche gravi che fanno presumere che il locale sia un punto di incontro strategico per quanti hanno intenzioni criminali», spiegano dalla questura. Nei prossimi giorni i controlli si estenderanno ai locali del Lido di Venezia.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Fare il bagno dopo mangiato: bisogna davvero aspettare 3 ore?

  • Capelli grassi? Ecco i 5 rimedi per combatterli

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • Incidente fra mezzi pesanti sulla A4 a San Stino, un morto

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Schianto sulla Treviso mare: morto un motociclista, grave la moglie

Torna su
VeneziaToday è in caricamento