Ancora i "falsi abbracci" per derubare persone anziane: due ladre bloccate

Furto a segno per strada a Martellago. Le giovani donne sono riuscite a liberarsi della refurtiva prima di essere prese

La tecnica è sempre la stessa: le ladre hanno finto di riconoscere due anziane per strada, chiedendo come stessero e facendo accenno ai loro figli. In questo modo si sono avvicinate e hanno circondato le vittime con un fugace abbraccio, durante il quale sono riuscite a rubare una collana e un orologio. Dopodiché sono salite a bordo di un'auto che le attendeva nelle vicinanze, probabilmente con un complice alla guida pronto alla fuga.

L'episodio è avvenuto a Martellago nel fine settimana. In pochi minuti le anziane hanno denunciato il fatto ai carabinieri, che hanno diramato un ordine di ricerca e sono riusciti a individuare le responsabili, non distante. Erano a bordo della stessa utilitaria fuggita poco prima e il loro aspetto corrispondeva a quello descritto dalle vittime, che sono state chiamate a riconoscerle. I gioielli rubati, però, erano spariti. Le due (la 22enne S.R. e la 28enne M.C., entrambe di etnia Rom, pregiudicate) sono state denunciate in stato di libertà con l'accusa di concorso in furto aggravato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Schianto tra due auto, morta una donna

  • L'Amerigo Vespucci torna in laguna in compagnia della nave San Giorgio

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Donna trovata morta sugli scogli, è una signora di Noale

  • Travolto da un'auto, morto un pensionato di 63 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento