Arrestata la banda del furto di gioielli a Palazzo Ducale

Si tratta di persone tra i 43 e i 60 anni. Fermati dalla polizia croata, sono accusati di essere gli autori del "colpo del secolo", avvenuto in gennaio, quando furono rubati dei preziosi appartenenti alla collezione Al Thani

Avevano messo a segno un colpo formidabile, portando via alcuni preziosissimi gioielli da una mostra allestita a Palazzo Ducale. Ora i ladri - o almeno parte di essi - sono stati fermati. La polizia croata ha comunicato oggi di aver arrestato cinque persone sospettate del furto commesso lo scorso gennaio: quattro di loro sono uomini di nazionalità croata, tra i 43 e i 60 anni, raggiunti ieri tra Zagabria e l'Istria in un'operazione condotta in collaborazione con la polizia italiana. Un quinto, serbo, sarebbe stato invece bloccato alla frontiera tra Croazia e Serbia. Uno degli arrestati sarebbe collegato a un'organizzazione criminale denominata Pink Panther e già noto per un altri colpi simili, tra cui un furto di gioielli messo a segno a Basilea, in Svizzera, nel 2011. Anche in quel caso per un valore milionario.

La banda ci aveva già provato due volte: le indagini

Un colpo "alla Lupin"

A Venezia, i ladri erano riusciti a violare le misure di sicurezza di uno dei luoghi simbolo della città, fuggendo dall'esposizione con due orecchini e una spilla appartenenti alla collezione privata di Hamad bin Abdullah Al Thani, membro della famiglia reale del Qatar. Pezzi antichi il cui valore era stato stimato attorno ai 2 milioni di euro. Appena venuto a conoscenza della notizia degli arresti, il sindaco Luigi Brugnaro si è complimentato per l'operazione: «Voglio esprimere il più sentito ringraziamento alla Procura della Repubblica, allo SCO (servizio centrale operativo), alla questura di Venezia e a tutte le forze dell’ordine. Oggi abbiamo assicurato alla giustizia chi pensava di poter delinquere a Venezia e di farla franca».

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento