Due visite in 48 ore dei ladri nel locale, presa la seconda banda

Il primo raid scoperto venerdì mattina, il secondo domenica nel ristorante "Commercio" di Meolo. Bar vicino razziato. Predoni fermati da carabinieri

In poco più di 48 ore il suo ristorante è stato depredato dai ladri per due volte. Una sequenza di eventi che metterebbe in ginocchio chiunque. Poi, però, il lieto fine: l'ultima banda entrata in azione (non è detto sia la stessa del raid precedente) è finita in manette. Se già venerdì mattina i gestori del bar ristorante "Commercio" di piazza Battisti a Meolo avevano dovuto mettere piede in un locale pesantemente danneggiato dai delinquenti, con un bottino che si era rivelato piuttosto cospicuo, lo stesso copione si è ripetuto anche domenica mattina.

Solo che stavolta i carabinieri del nucleo operativo di San Donà, quasi alle luci dell'alba, sarebbero riusciti a bloccare e arrestare i componenti della batteria (sarebbero stati quattro) che avevano perpetrato materialmente il furto. A bordo del veicolo fermato infatti c'era anche la refurtiva che apparteneva al ristorante, pare soprattutto contanti. Inevitabili dunque le manette nei confronti dei banditi, in attesa della convalida di lunedì. A finire nel mirino nella notte anche il vicino "Lady's Café" di piazza Martiri, dove i delinquenti sono penetrati forzando la porta d'ingresso e mettendo ko le slot machine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Del furto al bar ristorante "Commercio" i gestori si sono accorti solo la mattina presto, visto che il sistema d'allarme era già stato messo fuori combattimento venerdì con la prima incursione. In 48 ore, dunque, è dovuta partire di nuovo la conta dei danni, piuttosto ingenti. Non solo la serratura della porta da sostituire e il sistema anti intrusione da rimettere a nuovo, ma anche la voglia dei predoni di lasciare dietro di sé fastiodiosi segni del proprio passaggio (è stato tutto messo a soqquadro) forse per la delusione di trovare ben poco da rubare. Del resto c'era già stato qualcuno che aveva fatto razzia solo due giorni prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento