Ladri sorpresi in casa: fuggono ma lasciano la chiave della loro auto, indagini in corso

E' successo nella giornata di sabato in un alloggio del camping "Bosco Pineta". Gli intrusi sono scappati senza recuperare arnesi da scasso. Il veicolo è stato posto sotto sequestro

Nella concitazione della fuga hanno lasciato sul posto non solo gli arnesi da scasso, ma anche la chiave elettronica che permetteva di aprire le portiere dell'auto che avevano utilizzato per raggiungere il "luogo delle operazioni". Sono in corso indagini da parte degli agenti del commissariato di Jesolo dopo il sequestro di un veicolo (non rubato) che nella giornata di sabato è stato individuato nelle vicinanze del campeggio "Bosco Pineta". 

La segnalazione

Tutto era iniziato poco prima, quando i proprietari di un'abitazione allertano le forze dell'ordine perché, una volta rientrati, si sono trovati i ladri in casa. Quest'ultimi sono stati velocissimi nel fare dietrofront e fuggire il prima possibile, evitando così l'arresto. Con un particolare: hanno dovuto abbandonare a terra gli arnesi da scasso che stavano utilizzando, oltre che alcuni capi di vestiario. Ciò che potrebbe pesare di più sulle indagini, però, è proprio quella chiave elettrica che i banditi non si sono portati via. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sequestri

Al termine dei rilievi degli agenti e della polizia scientifica, sono subito scattati i sopralluoghi nel circondario. Se la chiave era rimasta nell'abitazione, il veicolo dei fuggitivi non poteva essere stato spostato. Non è passato molto tempo prima che l'auto venisse individuata: la chiave corrispondeva. Nell'abitacolo sono stati sequestrati altri arnesi che possono tornare utili per mettere ko serrature o forzare porte e infissi. Intanto un primo inventario dei proprietari dell'abitazione jesolana ha indicato che da lì i delinquenti sarebbero scappati a mani vuote.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento