martedì, 30 settembre 23℃

Spruzza in faccia ai commessi spray urticante per fuggire, ladro arrestato

Il 21enne è stato sorpreso dai dipendenti di un negozio d'abbigliamento a Jesolo con una camicia rubata. Per scappare ha sfruttato la bomboletta che aveva con sé. Poi le manette

La redazione 9 luglio 2012

Per scappare con il maltolto non ha esitato a spruzzare uno spray urticante in faccia ai due commessi che l'avevano individuato e fermato. E.O.W., 21enne di origine tunisina senza fissa dimora e disoccupato, è finito in manette verso le 21 di giovedì 5 luglio per rapina impropria, dopo aver tentato di taccheggiare una camicia in un negozio in pieno centro della località marittima.

Dopo essere uscito senza pagare, però, è stato individuato e bloccato dai dipendenti, in questi giorni già "sul chi va là" per alcuni episodi simili che avevano subito. Mentre il giovane veniva fermato, contemporaneamente arrivava una segnalazione ai carabinieri, intervenuti con una pattuglia che si trovava poco lontano. E proprio l'arrivo dei militari ha permesso di evitare la fuga del 21enne.

Il giovane, infatti, ha preso dalla tasca una bomboletta di spray irritante dirigendo il getto al volto dell'uomo e della donna che aveva davanti. Gli agenti sono arrivati proprio mentre i due commessi si trovavano maggiormente in difficoltà, bloccando definitivamente il malvivente.

I due addetti alla vendita si sono dovuti rivolgere alle cure del pronto soccorso per lenire le conseguenze della sostanza urticante, mentre E.O.W. è stato arrestato e portato nel carcere di Santa Maria Maggiore. La bomboletta oggetto dell'aggressione è stata posta sotto sequestro.

Annuncio promozionale

Jesolo
Jesolo
taccheggi

Commenti