Tocchi al cielo in piazza San Marco: lancio del cappello per 930 nuovi laureati di Ca’ Foscari

La tradizionale cerimonia di proclamazione il 27 aprile dalle 14.30, con il discorso del rettore in apertura, il lancio al cielo dei cappelli, e ospite d'onore il fisico Federico Faggin

Anche quest'anno in 930 sono pronti a lanciare il cappello al cielo, dopo la proclamazione, per ricordare la fine del proprio percorso di studi a Ca' Foscari. Sono i neolaureati delle triennali dell'Università di Venezia, che venerdì 27 aprile popoleranno piazza San Marco per la tradizionale cerimonia, dalle 14.30.

Ospite d'onore

Il fisico Federico Faggin, inventore del primo microchip, che terrà al mattino, al Campus scientifico di Mestre, la lectio dal titolo La natura della consapevolezza organizzata con Science Gallery Venice. Alle 14.30 è previsto il saluto del Rettore, Michele Bugliesi, quello delle autorità, e l'intervento dell'ospite Federico Faggin. Alle 15.10 il saluto del miglior studente italiano, e del miglior studente straniero della sessione: Leonardo Sanelli e Haijing Yao, alle 15.20 la consegna diplomi di laurea, e la proclamazione dei laureati, e alle 16.30 ci sarà il termine della cerimonia.

Organizzazione

L’evento è organizzato grazie alla disponibilità e al sostegno del Comune di Venezia, di Vela Spa e di Veritas. Si ringrazia la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna.

Federico and Elvia Faggin Foundation

Durante gli ultimi cent’anni la scienza ha fatto enormi progressi nella comprensione della realtà fisica, ma la consapevolezza rimane tuttora un mistero. Nella nostra esperienza, la realtà ha un aspetto interno soggettivo e un aspetto esterno oggettivo. Secondo il materialismo scientifico, la consapevolezza deve emergere come proprietà della materia, ma nessun scienziato ha mai dato una spiegazione plausibile di come segnali elettrici o biochimici possano creare consapevolezza.

Federico Faggin, che ha studiato la natura della consapevolezza da circa trent’anni, presenterà un modello della realtà in via di sviluppo dove la consapevolezza è una proprietà irriducibile della natura. Secondo questo modello, la realtà ha due facce co-emergenti: la realtà interna semantica e la realtà esterna simbolica, e le due realtà sono correlate e co-evolvono. In questo modello, la complessità degli organismi viventi del nostro pianeta riflette la conoscenza di sé dell’ecosistema raggiunta attraverso l’interazione simbolico-semantica di una gerarchia di entità consapevoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata senza vita Bruna Basso, era scomparsa da mercoledì

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Diciotto chili di marijuana nell'officina, «titolare» in manette

  • Madre e figlio trovati morti a Venezia: sospetta intossicazione da monossido

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

Torna su
VeneziaToday è in caricamento