Cantieri al via a piazzale Roma, rivoluzione per approdi e vaporetti

Dall'8 aprile Insula e Pmv apriranno cantieri per manutenzione di gravi dissesti alla fondamenta Santa Chiara e per intervenire sull'imbarcadero

Mini rivoluzione a piazzale Roma riguardo approdi e partenze. In previsione di alcuni lavori che Insula (società addetta alla manutenzione urbana del centro storico) si appresta a eseguire per il ripristino di un tratto della fondamenta Santa Chiara e dell'approdo di piazzale Roma (a cura di Pmv), Actv ha programmato la chiusura e lo spostamento degli approdi di Parisi e Santa Chiara.

I lavori sono necessari per riparare alcuni gravi dissesti (tra cui la voragine di circa quattro metri apertasi vicino all'ufficio postale mesi fa) riscontrati sul muro di sponda e sulla pavimentazione, riconducibili all’azione delle normali maree e delle correnti generate dall’intenso traffico acqueo (all'inizio erano stati messi nel mirino anche i lavori di costruzione del nuovo albergo Santa Chiara, poi "scagionati" dalle accuse)

DATE E ORARI - Il primo approdo interessato sarà quello su riva Parisi a partire dall’8 aprile per circa 30 giorni. Santa Chiara, invece, sarà chiuso da fine aprile/primi maggio (a seconda del termine dei lavori a Parisi) per circa sette o otto mesi. Qui i lavori, oltre al ripristino del muro di sponda, prevedono anche la ristrutturazione completa dell’impianto di approdo per migliorarne il comfort e l’accessibilità.

LA PRIMA FASE - Le modifiche agli approdi verranno effettuate in due fasi: dall'8 aprile saranno ripristinati alcuni dissesti del muro di sponda attraverso lavori subacquei. Pertanto, verrà chiuso l’approdo di Parisi e verranno istituite due nuove fermate a Sant’Andrea dove saranno spostate le linee 4.1, 4.2, 5.1, 5.2 e 6; le linee 1 (salvo alcune corse del mattino), 3 (diretto Murano) e Vaporetto dell’Arte (VA) partiranno invece dall’approdo di Scomenzera. In questo periodo l’approdo di Santa Chiara non subirà alcuna modifica. Rispetto all'orario attuale, le linee 4.2 e 5.2 saranno anticipate di 2 minuti.

LA SECONDA FASE - Da fine aprile (al più dai primi di maggio) è previsto il rifacimento della pavimentazione davanti alla stazione dei taxi acquei e il consolidamento, da terra, della parte superiore del muro di sponda. Inoltre, sarà ripristinata la voragine, lunga 4 metri, apertasi davanti all’ufficio postale, attualmente transennata. Verrà anche ristrutturato l’impianto di approdo di piazzale Roma. Pertanto, verrà chiuso l’approdo di Santa Chiara e l’attracco delle linee 2 e N sarà spostato a Parisi. Le altre linee manterranno gli approdi dedicati a Sant’Andrea e Scomenzera come nella fase precedente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Tuffo nell'acqua bassa a Jesolo, un ragazzo all'ospedale

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

  • Schianto tra due auto, morta un'anziana donna

  • Il giorno del Mose: alle 12.25 la Laguna è completamente isolata dal mare | DIRETTA

Torna su
VeneziaToday è in caricamento