Gli autobus del sesso partono da Mestre per arrivare oltre confine

Ogni fine settimana partono alcuni pullman con meta in Austria, vicino a Villach. Tra centri benessere e club lì la prostituzione indoor non è reato

Se qui da noi la prostituzione indoor non è legale, oltre confine invece è una pratica "sicura". Per questo, infatti, molti uomini in cerca di "relax" optano per una gita fuori porta nel weekend un po' diversa dal solito. Autobus con partenza proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Mestre e dopo poco meno di tre ore di viaggio si finisce in un club austriaco, passando per Villach.

Lì, come riporta La Nuova Venezia, a trenta chilometri dal confine, si pagano cento euro per l'ingresso. Gli "extra", naturalmente, non sono compresi. E tocca pagarseli. Però chi cerca maggiore qualità rispetto ai bordelli a "lanterne rosse" gestiti dai cinesi a Venezia e provincia è accontentato. Ragazze per lo più provenienti dall'Est Europa poi vengono recensite su siti "specializzati", in modo da aiutare chi arriva dopo a districarsi nelle varie offerte.

Si tratta di un business molto redditizio e conosciuto nel Nordest. Tanto che altre strutture simili stanno sorgendo in Austria. Quello che viene definito "il più grande centro benessere d'Europa" sorgerà, in carinzia, a pochi chilometri da Tarvisio.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Mose, non c'è pace: dopo 2 anni e mezzo il commissario Magistro firma le dimissioni

    • Cronaca

      Auto in panne sul ponte della Libertà, il tram si ferma. Lunedì stop per problema tecnico

    • Cronaca

      Fermati alla barriera di Mestre con quasi mezzo chilo di cocaina, coniugi arrestati

    • Eventi

      Giornata mondiale dell'autismo, i palazzi comunali di Venezia e Mestre si tingono di blu

    I più letti della settimana

    • Ilnor, tutto è perduto. Sindacati: "L'azienda di Scorzè chiude i battenti. In 100 a casa"

    • Travolta mentre attraversa la strada a Oriago di Mira, donna grave in ospedale all'Angelo

    • Il sogno di una Mestre "più veneziana": progetto per riaprire il canale fino alle Barche

    • Rapina al supermercato a Fossò: "Clienti impauriti, mi hanno puntato la pistola contro"

    • Prende la madre a martellate in testa: figlio arrestato, anziana grave in ospedale

    • L'autista lo riconosce e non vuole farlo salire: in 2 bloccano l'autobus in centro a Noale

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento