venerdì, 31 ottobre 20℃

Gli autobus del sesso partono da Mestre per arrivare oltre confine

Ogni fine settimana partono alcuni pullman con meta in Austria, vicino a Villach. Tra centri benessere e club lì la prostituzione indoor non è reato

La redazione 24 giugno 2013

Se qui da noi la prostituzione indoor non è legale, oltre confine invece è una pratica "sicura". Per questo, infatti, molti uomini in cerca di "relax" optano per una gita fuori porta nel weekend un po' diversa dal solito. Autobus con partenza proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Mestre e dopo poco meno di tre ore di viaggio si finisce in un club austriaco, passando per Villach.

Lì, come riporta La Nuova Venezia, a trenta chilometri dal confine, si pagano cento euro per l'ingresso. Gli "extra", naturalmente, non sono compresi. E tocca pagarseli. Però chi cerca maggiore qualità rispetto ai bordelli a "lanterne rosse" gestiti dai cinesi a Venezia e provincia è accontentato. Ragazze per lo più provenienti dall'Est Europa poi vengono recensite su siti "specializzati", in modo da aiutare chi arriva dopo a districarsi nelle varie offerte.

Si tratta di un business molto redditizio e conosciuto nel Nordest. Tanto che altre strutture simili stanno sorgendo in Austria. Quello che viene definito "il più grande centro benessere d'Europa" sorgerà, in carinzia, a pochi chilometri da Tarvisio.

Annuncio promozionale

Mestre Centro
club
locali
prostituzione
sesso
uomini

Commenti