menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Gli autobus del sesso partono da Mestre per arrivare oltre confine

Ogni fine settimana partono alcuni pullman con meta in Austria, vicino a Villach. Tra centri benessere e club lì la prostituzione indoor non è reato

Se qui da noi la prostituzione indoor non è legale, oltre confine invece è una pratica "sicura". Per questo, infatti, molti uomini in cerca di "relax" optano per una gita fuori porta nel weekend un po' diversa dal solito. Autobus con partenza proprio di fronte alla stazione ferroviaria di Mestre e dopo poco meno di tre ore di viaggio si finisce in un club austriaco, passando per Villach.

Lì, come riporta La Nuova Venezia, a trenta chilometri dal confine, si pagano cento euro per l'ingresso. Gli "extra", naturalmente, non sono compresi. E tocca pagarseli. Però chi cerca maggiore qualità rispetto ai bordelli a "lanterne rosse" gestiti dai cinesi a Venezia e provincia è accontentato. Ragazze per lo più provenienti dall'Est Europa poi vengono recensite su siti "specializzati", in modo da aiutare chi arriva dopo a districarsi nelle varie offerte.

Si tratta di un business molto redditizio e conosciuto nel Nordest. Tanto che altre strutture simili stanno sorgendo in Austria. Quello che viene definito "il più grande centro benessere d'Europa" sorgerà, in carinzia, a pochi chilometri da Tarvisio.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      E' stata la volpe. Il responso degli esami sugli animali morti: "Ci sono solo ferite da morso"

    • Cronaca

      Nuovo raid all'oasi di Spinea, ritorno nella notte per "finire il lavoro". Altri animali uccisi

    • Cronaca

      Allarme bomba all'aeroporto di Venezia, ma erano delle canne da pesca

    • Cronaca

      Inseguimento di 40 minuti in Riviera: tenta anche di speronare tre volte i carabinieri

    Torna su