E' morta Mafalda Codan, testimone dell'orrore delle foibe e della guerra

L'ex insegnante elementare 86enne dopo il 1949, quando venne liberata con uno scambio di prigionieri, si stabilì a Bibione con la famiglia. Pubblicò un diario per non dimenticare

Dopo tutte le vessazioni subite, dopo tutti i lutti che hanno costellato la propria esistenza Mafalda Codan, 86enne, aveva ancora la forza di raccontare l'incubo in cui lei e i suoi familiari erano piombati. Le foibe, i rastrellamenti dei comunisti slavi, il carcere.

"Sento ancora le urla di dolore quando torturavano mio fratello che si trovava nella cella a fianco - raccontò nel suo diario - risuonano nella mia testa giorno e notte". L'ex insegnante stabilitasi dopo la guerra a Bibione è morta subito dopo il giorno del Ricordo delle vittime delle foibe, in cui persero la vita sette suoi parenti: il padre, alcuni zii, un cugino. Tutti infoibati. Con la madre lei riuscì a scappare a Trieste, ma venne catturata e torturata. Poi, nel 1949, la liberazione, grazie a uno scambio di prigionieri. Per poi stabilirsi nel Veneziano e insegnare ai bambini delle elementari anche a Vetrego di Mirano e a Bibione, dove visse con la sua famiglia per tutti gli anni a seguire.

"Una cittadina che ha vissuto uno dei più tragici momenti della storia del ventesimo secolo - ha scritto in un telegramma ai familiari la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto - il periodo della persecuzione degli italiani in Istria e Dalmazia. Una donna che sarà per sempre un esempio per le giovani generazioni, il cui  patrimonio di esperienze e conoscenze andrà conservato e valorizzato".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Sferco Giampiero
    Sferco Giampiero

    Riposa in pace Mafalda insieme a tutti i tuoi concittadini di Parenzo che ti hanno preceduto in un luogo senza odio.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Dammi i soldi o ti taglio a pezzi»: estorsioni al fratello, botte alla moglie per la droga

  • Cronaca

    Bullismo e droghe nelle scuole, i dati della prefettura

  • Eventi

    Giornate FAI di Primavera 2019, torna nel Veneziano l'appuntamento con arte e natura

  • Cronaca

    Minacce di morte ed estorsioni a moglie e fratello per la droga: 36enne in manette

I più letti della settimana

  • Auto esce di strada e finisce contro un albero: morto il conducente

  • Eroina, quarta overdose in un mese: trovata morta una 36enne

  • Una 34enne morta all'ospedale poche ore dopo aver partorito

  • Incidente in Valsugana: muore motociclista veneziano

  • San Donà, Musile e Noventa: arrivano i varchi per il controllo delle targhe

  • Torna l'ora legale, 60 minuti di luce in più: ecco quando spostare le lancette

Torna su
VeneziaToday è in caricamento