E' morta Mafalda Codan, testimone dell'orrore delle foibe e della guerra

L'ex insegnante elementare 86enne dopo il 1949, quando venne liberata con uno scambio di prigionieri, si stabilì a Bibione con la famiglia. Pubblicò un diario per non dimenticare

Dopo tutte le vessazioni subite, dopo tutti i lutti che hanno costellato la propria esistenza Mafalda Codan, 86enne, aveva ancora la forza di raccontare l'incubo in cui lei e i suoi familiari erano piombati. Le foibe, i rastrellamenti dei comunisti slavi, il carcere.

"Sento ancora le urla di dolore quando torturavano mio fratello che si trovava nella cella a fianco - raccontò nel suo diario - risuonano nella mia testa giorno e notte". L'ex insegnante stabilitasi dopo la guerra a Bibione è morta subito dopo il giorno del Ricordo delle vittime delle foibe, in cui persero la vita sette suoi parenti: il padre, alcuni zii, un cugino. Tutti infoibati. Con la madre lei riuscì a scappare a Trieste, ma venne catturata e torturata. Poi, nel 1949, la liberazione, grazie a uno scambio di prigionieri. Per poi stabilirsi nel Veneziano e insegnare ai bambini delle elementari anche a Vetrego di Mirano e a Bibione, dove visse con la sua famiglia per tutti gli anni a seguire.

"Una cittadina che ha vissuto uno dei più tragici momenti della storia del ventesimo secolo - ha scritto in un telegramma ai familiari la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto - il periodo della persecuzione degli italiani in Istria e Dalmazia. Una donna che sarà per sempre un esempio per le giovani generazioni, il cui  patrimonio di esperienze e conoscenze andrà conservato e valorizzato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento