Per ora la sala scommesse non chiude: il Tar sospende il provvedimento del Comune

Il tribunale amministrativo ha stabilito che il locale di Marghera, aperto di recente, può per il momento continuare a operare. L'avvocato: "Riconosciute le ragioni dei titolari"

Foto d'archivio

Niente chiusura per una sala scommesse di Marghera che nelle scorse settimane era stata raggiunta da una diffida del Comune di Venezia. Per il momento il Tar del Veneto ha infatti disposto la sospensione del provvedimento comunale che diffidava l'esercente dallo svolgere l'attività di sala gioco. Lo comunica l'avvocato Geronimo Cardia, cui i titolari si sono rivolti per tutelare i propri interessi: "Il tribunale - spiega - ha ritenuto che sussistano i presupposti di legge di danno grave e urgente. C'era il rischio, cioè, che la chiusura potesse creare un danno economico irreparabile all'azienda e ai suoi lavoratori".

Non è l'unico caso di contenzioso relativo a sale giochi e scommesse: diverse amministrazioni comunali stanno cercando di arginarne la diffusione con appositi regolamenti che ne vietino l'apertura a un certo raggio di distanza da luoghi sensibili quali scuole, parchi, ospedali. "Questi nuovi regolamenti - spiega Cardia - pongono regole ulteriori rispetto a quelle nazionali. Regole che però a nostro parere non sono utili a contrastare il fenomeno della ludopatia, anzi. Con questi raggi di interdizione praticamente non restano più zone in cui si possano aprire regolari attività di gioco. Così aumenta il rischio della diffusione dell'offerta illegale".

In questo caso, secondo il legale, le diffide del Comune sono illegittime anche perché "il locale in questione ha ottenuto regolare autorizzazione dalla questura in una data precedente a quella in cui il nuovo regolamento è entrato in vigore, nel dicembre 2016. Naturalmente il regolamento, proprio per non pregiudicare attività imprenditoriali già operative, non si applica alle realtà precedentemente autorizzate. Tra queste c'è quella dei nostri assistiti". Il Tar ha fissato la camera di consiglio per la discussione della cautelare al 9 marzo.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Mortale di San Donà, Giuliano Babbo vittima incolpevole di una gara d'auto clandestina

    • Cronaca

      San Donà sotto shock: "Buttate via la chiave". Babbo lascia un vuoto enorme tra i colleghi

    • Sport

      La semifinale inizia con il piede sbagliato: Scandone Avellino corsara al Taliercio

    • Cronaca

      Strano "congegno" a bordo della Carnival, scatta l'allarme bomba alla Fincantieri VD

    I più letti della settimana

    • Camion tampona un autobus di linea Actv: caos in via della Libertà, 24 feriti FT/VD

    • Incidente in corso del Popolo: l'auto finisce contro quattro veicoli in sosta e si cappotta

    • Tragico incidente a Treporti: schianto tra un'auto e un motociclo, muore panettiere

    • Mortale di San Donà, Giuliano Babbo vittima incolpevole di una gara d'auto clandestina

    • Tragico investimento sulla linea ferroviaria: una persona perde la vita a Ceggia

    • Dopo lo schianto muore un uomo di Eraclea: pirata della strada in fuga a piedi

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento