Picchia e maltratta la compagna per due anni, arrestato marito violento

La donna si era rifugiata da un'amica. L'uomo è stato fermato durante l'ultima aggressione

In due anni non ha mai trovato la forza di denunciarlo. Non è mai riuscita a chiedere aiuto alle forze dell'ordine. Domenica, di fronte allo spavento, si è rifugiata da un'amica ma lui l'ha raggiunta e l'ha aggredita di nuovo. I vicini hanno sentito tutto e hanno chiamato i carabinieri, che hanno messo fine all'incubo vissuto da una donna di Fossalta di Piave. Il compagno, G.M., operaio di 30 anni di nazionalità albanese, è stato arrestato. 

L'aggressione

La compagna aveva trovato ospitalità da una conoscente a San Donà e proprio qui G.M. l'ha raggiunta, entrando da una finestra lasciata aperta. Una volta dentro la casa, ha iniziato a colpire la convivente. Approfittando di un attimo di distrazione, lei è riuscita ad attirare l'attenzione dei vicini che hanno allertato il 112. I militari, una volta arrivati, hanno accompagnato all'ospedale la donna e poi l'hanno accolta nella «stanza tutta per sè» allestita in caserma proprio per ascoltare i racconti delle vittime di violenza.

Due anni di violenze

Lei qui ha rivelato due anni di vessazioni fisiche e psicologiche mai denunciate prima. Negli ultimi tempi la famiglia, che ha due figli piccoli, era monitorata dai servizi sociali e dall’unità operativa dell'Usl 4 dedicata all’infanzia, su segnalazione della scuola frequentata da uno dei due minori, circa un’ipotesi di trascuratezza del bambino. L’uomo è stato portato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Recuperato senza vita l'anziano di San Donà

Torna su
VeneziaToday è in caricamento