Botte alla moglie: violento arrestato in flagrante e portato in carcere

Intervento dei carabinieri a Marghera. La vittima era riuscita a chiedere aiuto a un'amica

Un uomo è stato arrestato nella mattinata di ieri a Marghera dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Mestre. Si tratta di G.M., 39enne di origini ucraine, ed è accusato di maltrattamenti in famiglia dopo essere stato scoperto in flagrante nell'atto di picchiare la moglie. Già in passato si era reso protagonista di comportamenti violenti e vessatori nei confronti della donna, e per questo sottoposto a formale ammonimento. Lui, però, aveva continuato a menare le mani: anche ieri, quando, al culmine dell’ennesima lite, si era messo a colpire la vittima con violenti pugni al volto.

In carcere

La donna ha trovato la forza di avvertire un'amica, che a sua volta ha allertato il 112. Nei minuti successivi i carabinieri sono arrivati all'abitazione della coppia, all'interno di un condominio di case popolari, trovando la donna completamente terrorizzata. È stata lei, anche alla luce della gravità dell'episodio e della brutalità delle percosse, a raccontare tutto al personale in divisa, denunciando il marito. Il violento è stato portato in carcere, mentre la donna ha ricevuto le cure del caso e la possibilità di un percorso dedicato alle vittime di violenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre il nuovo supermercato Aldi di Mestre

  • Epilessia: anche nel distretto di Mirano-Dolo c’è una risposta a questa malattia neurologica

  • Auto esce di strada e finisce contro un platano, morta una 38enne

  • Controlli a tappeto nel Veneziano, quattro arresti

  • Fermato con la cocaina, in casa un arsenale di armi e esplosivo al plastico

  • Badante si schianta con l'auto: aveva un tasso alcolemico di 3,33

Torna su
VeneziaToday è in caricamento