Il cinema d'essai costa appena tre euro, lo sconta la Regione Veneto

Ritorna, per l'ottava edizione, l'apprezzata iniziativa "Martedì al cinema", che coinvolgerà oltre una ventina di sale in tutto il territorio regionale

Riprende domani l'iniziativa "I martedì al cinema - la Regione ti porta al cinema con tre euro", progetto di promozione della cultura cinematografica realizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Cinema d'Essai.

Giunto quest'anno alla sua ottava edizione, coinvolgerà 23 sale d'essai del Veneto e proseguirà nel mese di marzo e, per la prima volta, nel mese di maggio aumentando così l'offerta di cultura cinematografica. "La manifestazione è parte del più ampio progetto "La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità" - come spiega il vicepresidente della giunta regionale e assessore alla cultura Marino Zorzato - che ha fra i suoi obiettivi promuovere il cinema d'autore, valorizzare le sale cinematografiche d'essai e, soprattutto, coinvolgere sempre maggiori fasce di pubblico".

L'iniziativa si colloca a ridosso della circuitazione dei film presentati all'ultima Mostra del Cinema di Venezia nelle sezioni la Settimana Internazionale della Critica, Orizzonti e Venezia Classic. "I martedì al cinema" si articolerà in un calendario di film presentati in tutte le province venete con un biglietto che costerà solo tre euro. Un costo contenuto per chi ama il cinema e vuole conoscere film di valore artistico, alternativi al cinema commerciale e spesso di produzioni indipendenti di difficile distribuzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 38 anni in un ostello a Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Dramma a Venezia: uomo si toglie la vita lanciandosi dalla finestra

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Allarme coronavirus (poi rientrato) per un bambino cinese all'aeroporto di Venezia

  • Tutti gli eventi del Carnevale di Venezia 2020

Torna su
VeneziaToday è in caricamento