Violenti acquazzoni nella zona costiera: allagamenti e tegole "saltate" tra Chioggia e Jesolo

I fenomeni temporaleschi nella mattinata di domenica: vigili del fuoco intervenuti a ripristinare la normalità. Terzo record di acqua alta nel mese di luglio

Domenica ancora di maltempo in tutta l'area del Veneziano. Nella mattinata e nel pomeriggio, infatti, rovesci e temporali si sono abbattuti in particolare nelle località costiere di Chioggia e di Jesolo ma non hanno risparmiato nemmeno il centro di Venezia.

I danni

Da domenica mattina numerose le telefonate giunte al centralino dei vigili del fuoco che si sono attivati a macchia di leopardo per risolvere le problematiche post acquazzone. In particolare i pompieri sono intervenuti per ripristinare gli allagamenti avvenuti in scantinati e in alcune zone della costa e per mettere in sicurezza alcune abitazioni che a seguito della forte pioggia hanno subito la caduta di cornici e tegole. Non risultano al momento feriti.

Situazione meteo

Il permanere nelle prossime ore di una situazione perturbata ha spinto il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto a prolungare lo stato di allerta già emanato fino alle ore 14 di domani, lunedì 29 luglio. Fino ad allora è dichiarato lo Stato di Attenzione (allerta gialla) per criticità idrogeologica su tutto il territorio.

Record

Il Centro previsioni e segnalazioni Maree della Protezione civile comunica che oggi, domenica 28 luglio, il mareografo di Punta della Salute ha registrato un valore massimo di 97 centimetri, mentre in mare gli strumenti installati in Piattaforma Acqua Alta e alle dighe hanno misurato un picco di 100 centimetri. Un evento mareale che si può definire straordinario, avendo fatto registrare il terzo livello della storia per quanto riguarda il mese di luglio. Dall’archivio del Centro, infatti, si evince che a partire dal 1872 in questo mese sono stati registrati valori superiori a 97 centimetri solo il: 10 luglio 2014 alle ore 21.40 (100 centimetri); 15 luglio 2002 alle ore 16.30 e il 9 luglio 1980 alle ore 21.20 (99 centimetri); 26 luglio 1987 alle ore 22.55 (97 centimetri). Il Centro maree ricorda che un picco di 97 centimetri comporta un allagamento di circa il 4% della superficie cittadina. «Visto il periodo inconsueto, i nostri tecnici avevano preannunciato la possibilità del verificarsi dell’evento in tutti i canali informativi già da mercoledi scorso», sottolineano dal Centro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tacco11 della famiglia di Federica Pellegrini nel nuovo hotel a 5 stelle di Jesolo

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie» ​

  • Violenta collisione in serata, perde la vita un 53enne di San Stino

  • L'Auchan passa a Conad. Sciopero e presidio a Mestre

  • Barca finisce in secca, volo dell'elicottero per recuperare quattro persone

  • Controlli e multe nei ristoranti: 225 chili di alimenti sequestrati in un solo esercizio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento