Minacce di morte ed estorsioni a moglie e fratello per la droga: 36enne in manette

L'uomo, un iracheno residente a Zelarino, non si sarebbe fatto alcun scrupolo, rivendendo anche il cibo del figlio di un anno per acquistare le dosi. Arrestato in flagrante dai carabinieri

Contenere le prevaricazioni del marito tossicodipendente era diventato molto difficile, per questo aveva chiesto aiuto anche al cognato, diventato a sua volta "mirino" dell'uomo. Le minacce di S.T.O., 36enne di origini irachene con residenza a Zelarino, erano continue, tutte legate alla richiesta di denaro per acquistare la droga. A mettere la parola fine alle vessazioni, almeno per ora, ci hanno pensato i carabinieri di Spinea che lo hanno arrestato in flagranza di reato.

Minacce di morte per il denaro

Il denaro, come detto, era al centro delle continue minacce, anche di morte, del 36enne. L'ultimo episodio ruota attorno ad una disponibilità della moglie di 500 euro, soldi ottenuti come sussidio dal Comune per il sostentamento proprio e del piccolo figlio, di un anno appena. Per difendere il gruzzolo dalle grinfie del marito tossicodipendente, la donna lo aveva consegnato al cognato, nella speranza che le minacce almeno con lui non attecchissero. Speranza risultata vana.

Arrestato in flagranza di reato

A quel punto la donna ha chiesto l'aiuto dei militari dell'Arma, che sono riusciti così a monitorare le minacce del 36enne ai congiunti, così come la consegna del denaro estorto. Colto in flagranza di reato, il cittadino iracheno dopo le formalità di rito è stato arrestato e condotto in carcere a Santa Maria Maggiore. Gli accertamenti successivi dei carabinieri hanno appurato come l'uomo non si facesse alcun tipo di scrupolo per racimolare il denaro utile all'acquisto di una dose. In più di una circostanza si sarebbe appropriato di alimenti presenti in casa, e destinati anche al figlioletto, per rivenderli a basso costo ed acquistare, così, la droga.

Potrebbe interessarti

  • Il Cibo del Risveglio: il convegno nazionale su come vivere fino a 120 anni

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

  • Memoria olfattiva: cos'è e come viene sfruttata dal marketing

I più letti della settimana

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Auto in canale a Jesolo, morta una donna

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Festival Show fa tappa a Mestre con Lo Stato Sociale, Dolcenera, Fausto Leali e tanti altri

  • Schianto tra un'auto e una moto lungo la Romea: un ferito grave e traffico nel caos

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento