Mirano: risse e ritrovo di pregiudicati, il Questore fa chiudere il Bar Alpino

Il provvedimento è stato notificato stamattina alla titolare del locale, che potrà riaprire solo tra una settimana. Il 12 aprile scorso scoppiò una zuffa in cui rimase ferito un residente

Era diventato il luogo di ritrovo di pregiudicati e di persone che già avevano avuto a che fare con la giustizia. Stamattina è stata notificata la sospensione dell'attività per sette giorni alla titolare di origine cinese del Bar Alpino di Mirano, in via Matteotti 2.

 

I carabinieri tenevano nel mirino il locale da mesi, da quando, il 12 ottobre scorso, scoppiò una violenta rissa tra cittadini stranieri e italiani in cui rimase ferito un residente. E non in maniera superficiale. L'uomo infatti fu colpito con calci e pugni e rischiò conseguenze ben più gravi di quelle che riportò al viso. I militari dell'Arma, tramite questa continuata attività di controllo, sono riusciti anche a ricostruire la dinamica della zuffa.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Grosso giro di prostituzione in due locali: prestazioni fino a 1500 euro a notte, 5 persone in arresto

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Ladri in fuga sui tetti, braccati con l'elicottero e catturati

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento