Alla Guggenheim si gioca a carte scoperte: ora si misura il gradimento dei visitatori

Un progetto che nasce dalla collaborazione tra il museo e l'Università Ca'Foscari di Venezia e che ha lo scopo di rilevare quanto i clienti gradiscano la visita alla collezione

La collaborazione tra collezione Peggy Guggenheim, Università Ca’ Foscari di Venezia, Dipartimento di Economia, e 'B-sm@rk', societa' italo-irlandese con base a Dublino, ha dato il via ad un nuovo progetto che ha lo scopo di avviare un processo di rilevazione della soddisfazione dei visitatori del museo veneziano.
 
La Collezione Peggy Guggenheim è uno dei brand di arte e cultura piu' riconosciuti in Italia e nel mondo, grazie anche alla innovazione delle esperienze offerte ai suoi numerosissimi visitatori.
 
Si tratta di una innovativa attività di interazione con i visitatori e analisi della loro esperienza al museo che metterà al centro la personalità del luogo, del brand e delle persone che lo frequentano, usando una metodologia di raccolta e analisi dal nome "destination and brand personality research", messa a punto da 'B-sm@rk', come sviluppo della sua piattaforma di 'customer experience MySmark'.
 
E' un progetto di ricerca mirato ad analizzare identità e immagine di un luogo o di una destinazione per cogliere quanto un visitatore si possa identificare con questa, esserne soddisfatto grazie ad una esperienza di alto valore personale, e sviluppare un'intenzione di rivisita e di promozione del luogo tramite la sua rete. Numerose ricerche ed esperimenti scientifici hanno infatti mostrato come ci sia una maggiore soddisfazione da parte del turista quanto più la sua personalità risulta affine a quella della destinazione o del brand.  
 

La misurazione della 'Destination e Brand Personality' è quindi molto utile per innovare ed elevare l'esperienza dei  visitatori, e sviluppare azioni mirate per consigliare in maniera specifica un'esperienza, un brand o destinazione a un determinato target di consumatori.
 
Il progetto alla Collezione Peggy Guggenheim continuerà per tutto il 2017 con progressiva divulgazione dei suoi risultati, e rientra nella più ampia collaborazione in essere tra il museo e Università Ca’ Foscari Venezia.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Venezia presa d'assalto nel weekend lungo, traffico in tilt sul Ponte della Libertà

    • Meteo

      Maltempo, perturbazione dal pomeriggio del primo maggio: tornano rovesci e temporali VD

    • Sport

      Per la Reyer finisce comunque in gloria, la cavalcata pazzesca termina al quarto posto

    • Sport

      Venezia - Albinoleffe, tante occasioni ma pochi gol: al Penzo finisce in pareggio

    I più letti della settimana

    • Completamente nude in piazza San Marco: lo shooting fotografico scatena le polemiche

    • Si allontana da casa in barchino e non torna più: ricerche di un 46enne in laguna

    • Tragedia in uno stabile abbandonato di Marghera: giovane donna trovata morta

    • Paura all'ufficio postale: due persone armate di pistola entrano e minacciano i dipendenti

    • Alla conquista degli Stati Uniti grazie ai tramezzini: l'idea vincente di tre veneti

    • Il piccolo Achille non ce l'ha fatta: si è spento a 3 anni il figlio del calciatore Stefano Favret

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento