«Escalation di episodi violenti»: il questore chiude per un mese il Molocinque

L'ultima vicenda riguarda la violenza sessuale denunciata da una 18enne sabato scorso

Il questore di Venezia Maurizio Masciopinto ha disposto la chiusura per trenta giorni della discoteca Molocinque di Marghera. Il provvedimento arriva dopo l'«escalation di episodi violenti che sono accaduti recentemente nel contesto della discoteca - spiegano in una nota dalla questura -, coinvolgendo soggetti con pregiudizi di polizia in evidente stato di ebbrezza alcolica e che sono culminati in una denuncia di violenza sessuale, avvenuta all’interno del giardino del locale lo scorso 18 maggio».

Presunta violenza

Quest'ultimo episodio «ha generato un elevato allarme sociale ed evidenziato una non adeguata vigilanza del locale da parte del gestore», aggiungono dalla questura. Una ragazzina di 18 anni era stata accompagnata all'ospedale dai genitori dopo una serata con le amiche nel locale e aveva denunciato di essere stata violentata da un giovane che sarebbe già stato identificato dalla squadra mobile. I medici avevano trovato tracce di un rapporto sessuale e le indagini stanno proseguendo per ricostruire i fatti. Le telecamere avevano ripreso la giovane mentre si allontanava verso una zona interdetta a braccetto con un ragazzino con il quale sembra si fosse già scambiata delle effusioni. Poco dopo, i due erano stati sorpresi da un operatore della sicurezza e la 18enne, prima di lasciare il locale, era rimasta un'altra ora insieme agli amici. Al momento la polizia sta ancora investigando sull'episodio. 

Dal locale: «Facciamo il possibile»

Questa mattina, intanto, gli uomini della polizia amministrativa hanno provveduto alla notifica del provvedimento adottato dal questore che «sceglie la linea dura - concludono dalla questura - per chi non garantisce sicurezza nei luoghi di ritrovo dei giovani». «Noi siamo allineati con qualsiasi normativa si voglia, operiamo nel rispetto delle leggi e facciamo quel che ci è richiesto - spiega Andrea Bacciolo, titolare della discoteca -. Se queste linee non sono sufficienti dobbiamo sederci a tavolino. Sono vicino alla famiglia di questa ragazza e mi auguro che sia fatta presto luce su questa vicenda».

Potrebbe interessarti

  • Consigli anti stress per il rientro dalle vacanze

I più letti della settimana

  • Gita in pedalò, entra in acqua e non riemerge: 23enne recuperato morto

  • Schianto auto-moto, due all'ospedale. Bloccato l'autista, guidava ubriaco

  • Schianto in autostrada, morta una 22enne

  • Un bambino salvato sulla spiaggia a Jesolo

  • Scivola e batte la testa, escursionista veneziano portato all'ospedale

  • Due bagnini indagati per l'annegamento a Jesolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento