Il dolore della comunità per la perdita del giovane Alessio

È morto a 22 anni in seguito ad un grave incidente stradale avvenuto a Cinto Caomaggiore. Era stato portato all'Angelo, ma non c'è stato niente da fare

«Aleggiano tristezza e sgomento sulla nostra Comunità. Una giovane vita spezzata troppo presto, troppo rapidamente, troppo insensatamente ci lascia senza fiato. Anche in momenti duri e dolorosi come questo, la famiglia di Alessio ci dona speranza e bontà, permettendo ad altre vite di continuare a sperare. A Monica, Ezio, Irene, Aurora, ai nonni Ilva, Andreina e Franco, agli zii e cugini tutti l'abbraccio fraterno della nostra Comunità». Così Gianluca Falcomer, sindaco di Cinto Caomaggiore, ha espresso il cordoglio per la scomparsa di Alessio Marinato, di cui mercoledì è stata dichiarata la morte cerebrale.

L'incidente

Alessio, 22 anni, era rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto nella notte tra lunedì e martedì. Si trovava a bordo di un'auto che è finita fuori strada contro un albero, in via IV Novembre, a Cinto. Assieme a lui c'erano altri due ragazzi e una ragazza, usciti dall'incidente senza grosse conseguenze. Marinato, invece, era stato estratto in gravi condizioni e trasportato all'Angelo di Mestre, quindi ricoverato in Rianimazione in prognosi riservata. Nelle ore successive i medici hanno cercato di salvarlo, invano.

Rapper

Per il paese e per tutta la comunità è una perdita atroce. Alessio sarà ricordato anche per la sua grande passione, quella della musica rap. Autore di talento, vi si dedicava con impegno e le soddisfazioni stavano arrivando. Era conosciuto nell'ambiente con il nome di Young Wave. Amava il genere fin da piccolo e, nel tempo, aveva composto e registrato i suoi primi brani pubblicandoli sulle varie piattaforme online. Su Spotify, nel 2019, sono usciti tre singoli intitolati "Self Made", "Dove mi porterà" e "Frega niente". Sono centinaia, in queste ore, i messaggi addolorati lasciati da amici e concittadini.

Potrebbe interessarti

  • Zenzero: è davvero un alleato per la nostra salute?

  • Temporali estivi: come proteggersi per evitare rischi

  • Festa del Redentore: i migliori punti da cui ammirare i fuochi

  • Forfora: da cosa è causata e come si combatte

I più letti della settimana

  • Auto contro un platano, morto un 28enne

  • La tragedia di Jesolo: quattro giovani vite spezzate, indagini su un presunto speronatore

  • Quattro giovani hanno perso la vita in un gravissimo incidente a Jesolo

  • I funerali di Eleonora, Leonardo, Riccardo e Giovanni allo stadio di Musile

  • Grandine come palline da ping pong, attimi di preoccupazione

  • Il papà di Giorgia, unica superstite nello schianto di Jesolo: «Come aver perso figli miei»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento