Uno scialpinista veneziano ha perso la vita sul Nuvolau

Stava risalendo verso il rifugio omonimo quando è caduto, precipitando per una cinquantina di metri

Soccorso alpino (foto d'archivio)

Un uomo di 75 anni di Venezia, Giovanni Gatti, ha perso la vita oggi mentre praticava sci alpinismo sul gruppo del Nuvolau, nelle Dolomiti bellunesi. Stava salendo verso l'omonimo rifugio con un amico che lo precedeva e un altro più indietro, quando, ormai quasi arrivato, è scivolato dal pendio sommitale sul versante est che dà verso le Cinque Torri. L'allarme è stato lanciato verso le 13.30.

Morto sul Nuvolau

I compagni, stando alla loro testimonianza, si sono accorti dell'assenza di Gatti quando l'ultimo dei tre ha raggiunto il primo. Tornati indietro hanno trovato un bastoncino e i segni della scivolata. Uno dei due è sceso e, facendo un giro largo, ha raggiunto il 75enne caduto, già senza vita. Gatti, dopo un salto verticale di una cinquantina di metri, era caduto sulle rocce sottostanti per fermarsi poco più avanti sulla neve.

Soccorsi

Sul posto è intervenuto l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Il tecnico di elisoccorso e l'equipe medica sono sbarcati con un verricello poco distante, ma hanno potuto solo constatare il decesso dello sciatore. Ottenuto il nulla osta per la rimozione dalla magistratura, la salma ricomposta e imbarellata è stata spostata dal punto in cui si trovava, sotto i cavi della teleferica, in un luogo dove l'eliambulanza ha potuto recuperarla in sicurezza assieme ai soccorritori, per poi accompagnarla fino alla strada e affidarla ai soccorritori della guardia di finanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Docente e sciatore esperto

Giovanni Gatti era un ex docente di storia e filosofia. Aveva insegnato anche al liceo Marco Polo. Scialpinista fin da giovane, era associato alla sezione Cocai di Mirano e in passato lo era stato anche a Venezia e a Mestre, dove i suoi "colleghi" scialpinisti lo ricordano come una grande persona, "maestro di vita", che aveva anche insegnato questa disciplina come istruttore. Gatti viveva a Venezia, a Cannaregio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

Torna su
VeneziaToday è in caricamento