Addio a Vittore Pecchini, preside del liceo Marco Polo

Si sarebbe tolto la vita sabato sera. Il cordoglio del mondo scolastico

Vittore Pecchini, preside del liceo Marco Polo di Venezia, è morto nella notte tra sabato 25 e domenica 26 maggio. A causarne il decesso sarebbe stata l'assunzione di farmaci: l'ipotesi più probabile, quindi, è che si tratti di un suicidio. I tentativi di salvarlo sono stati vani. L'istituto ha diffuso un breve messaggio nella giornata di domenica, esprimendo «profondo dolore per l'improvvisa scomparsa».

Pecchini aveva 57 anni e, oltre al Marco Polo, dirigeva anche altre scuole della città. Cordoglio per la perdita è stato espresso dagli ambienti scolastici ma anche dagli studenti e dalle famiglie che, direttamente o meno, erano a contatto con lui. Ultimamente il preside era stato oggetto di pesanti contestazioni da parte di alcuni genitori, che lo avevano attaccato per la sua gestione. In seguito alla notizia del suicidio, nella pagina "Contro l'accorpamento delle classi al Marco Polo" è stato pubblicato il messaggio seguente: «Siamo toccati profondamente, proprio perché la contrapposizione pubblica non impedisce mai la solidarietà umana».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jesolo, fine estate col botto: nel weekend le Frecce Tricolori e la mezza maratona

  • Uomo di Jesolo si veste da Joker e provoca il panico a Milano con una pistola finta

  • Tumore del colon-retto, l'ospedale dell'Angelo una vera e propria eccellenza: i dati

  • Nessuna traccia di Mattia, ricerche proseguite tutto il giorno e sospese in serata

  • Incidente tra un'auto e un camion: giovane incastrato nell'abitacolo

  • Lite finisce nel sangue: donna accoltella un uomo in centro a Mestre

Torna su
VeneziaToday è in caricamento