Mose, continuano i lavori: presto chiude bocca di porto di Chioggia

Lo scandalo tangenti non ferma il Consorzio Venezia Nuova, che annuncia la posa dei cassoni e la chiusura al transito nelle acque chioggiotte

Lo scandalo non ferma i lavori per il Mose, che continuano a passo spedito per raggiungere il termine ultimo del 2016: dal 7 giugno inizieranno infatti le operazioni di posa dei cassoni per le paratoie mobili alla bocca di porto di Chioggia. La movimentazione avverrà nel periodo compreso tra giugno e settembre, in giorni stabiliti dalle autorità e comunicate volta per volta attraverso i canali della Capitaneria di Porto.

LA STORIA DEL MOSE, LA GRANDE OPERA DELLA LAGUNA

TUTTI GLI ARTICOLI SUL MOSE

TERREMOTO SUL MOSE: ARRESTATI ORSONI E CHISSO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CHIUSURA TOTALE - Le operazioni, spiega in una nota il Consorzio Venezia Nuova, unico concessionario per i lavori della grande opera lagunare, rendono necessaria la chiusura totale della bocca di porto alla navigazione in entrata e in uscita per 48 ore consecutive al fine di garantire la massima sicurezza durante le operazioni di varo e posa dei cassoni, anche perché saranno presenti operatori subacquei. Ognuna di queste date "finestra" è, comunque, soggetta a variazioni in quanto la movimentazione dei cassoni può avvenire solo a determinate condizioni meteomarine e quindi, volta per volta, sarà data ampia informazione sulle eventuali nuove "finestre" di chiusura della bocca di porto, con provvedimento che sarà disposto dalla Capitaneria. Oltre ai due mezzi nautici sempre presenti, il Consorzio Venezia Nuova predisporrà, all'entrata e all'uscita della bocca di porto, dei "segnalamenti luminosi" e dei dispositivi ottici riflettenti, per ricordare il divieto di accesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • Spara e uccide l'ex marito della compagna: arrestato

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento