"La Mostra del Cinema si rinnova anno dopo anno, i problemi della polizia restano"

A lanciare l'accusa il sindacato Ugl, che sottolinea i turni probanti degli agenti, impossibilitati alla benché minima pausa nel corso delle sette ore di servizio. Ma non solo

"Non è una novità, ma anche se di anno in anno la Mostra del Cinema di Venezia si rinnova, i problemi della polizia di stato permangono". A lanciare l'accusa, alla vigilia dell'inaugurazione della kermesse lagunare è il sindacato Ugl. "Nuove tecnologie utilizzate per la sicurezza di tutti, nuove protezioni sui varchi, tutto utile, indispensabile e sacrosanto, - spiegano - ma peccato che invece permangano le condizioni in cui sono costretti a lavorare i poliziotti aggregati e non".

Gli agenti lamentano i lavori "forzati": "Sveglia alle 5 del mattino, colazione alle 5.30, e pronti per l’imbarco nel posto concordato alle 6.30, dopo 15 minuti a piedi per le calli di Venezia, per essere accompagnati al Lido di Venezia. Inizio turno alle 7 fino alle 13, cambio sul posto in ritardo. Durante le quasi sette ore, nemmeno l’ombra di un cambio anche solo per andare ad espletare qualche bisogno fisiologico. Nemmeno l’ombra di una bottiglietta d’acqua fresca".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"GIUBBOTTI ANTIPROIETTILI CASUALI"

Il sindacato lamenta anche l'assegnazione di giubbotti antiproiettile della taglia sbagliata, non certo della misura ideale per l'operatore che lo deve indossare. "Giubbotto antiproiettile che ancora bagnato di sudore del collega che l’ha usato per 7 ore alla mattina, viene indossato dal collega che lavorerà di pomeriggio, e così via per quello della sera e della notte. Forse sarà tutto troppo difficile, ma non capiamo perché questi problemi continuino a permanere benché la Mostra del Cinema sia ormai un appuntamento fisso che si ripete ogni anno. Noi siamo sempre convinti che tra le tante cose, la nostra Amministrazione dovrebbe pensare per bene a tutti gli aspetti logistici che influiscono sul benessere del personale, per far in modo che lo stesso possa svolgere al meglio le sei ore di servizio che sappiamo essere delicate specialmente in questo periodo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • I contagi e i pazienti coronavirus aggiornati a domenica sera

  • I dati aggiornati sui casi di coronavirus in provincia e nel Veneto

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Pazienti ricoverati e tamponi positivi al coronavirus domenica

  • Ricoveri stabili, ma continuano i decessi: i dati aggiornati sul Covid-19

Torna su
VeneziaToday è in caricamento