Super motoscafo per le riprese di "Top Gear" fermato in Bacino senza assicurazione

E' accaduto venerdì pomeriggio a Venezia. A sorprendere il bolide "open" da gara sono stati i carabinieri del Nucleo natanti. Aveva le carte in regola solo per le riprese televisive

L'assicurazione avrebbe coperto solo l'itinerario prestabilito e la fascia oraria dell'esibizione a favore di telecamere. Per il resto, invece, il motoscafo sarebbe dovuto essere regolarmente assicurato come qualsiasi altro natante. Non è stato così. Per questo motivo il conducente di un motoscafo open da gara che si sarebbe trovato, secondo le forze dell'ordine, a Venezia per delle riprese della trasmissione "Top Gear" è stato bloccato nel pomeriggio di venerdì in bacino San Marco dai carabinieri del Nucleo Natanti.

A bordo un cittadino polacco piuttosto conosciuto nell'ambiente degli appassionati di nautica, facente parte del "SUNUS Ocean Racing" team. Sulla pagina Facebook della squadra si possono seguire passo passo le tappe che hanno portato alla costruzione del motoscafo, che a quanto pare riprende i colori dell'auto del generale Lee. 

In Italia sono stati svolti alcuni test, anche in laguna. L'intento sarebbe soprattutto quello di testare i motori dell'imbarcazione. Come detto, il motoscafo sarebbe dovuto essere protagonista di alcune riprese della trasmissione "Top Gear" venerdì, grazie a una copertura assicurativa speciale. Dopodiché, però, è stata bloccata in Bacino. Al conducente sono stati chiesti i documenti necessari, ma non aveva nulla. Di conseguenza è scattata una salata multa. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio a Marghera: uccide la moglie a coltellate, poi si costituisce

  • Cronaca

    Vicini increduli dopo l'omicidio di Marghera: «Buone persone, lui premuroso» | VIDEO

  • Cronaca

    In casa ha una santabarbara: revolver, balestra e proiettili vari. In manette

  • Cronaca

    Violenza, minacce, attentati: «Siamo i Casalesi, devono avere paura di noi»

I più letti della settimana

  • Pizzo, droga, prostituzione: come la camorra ha conquistato il Veneto orientale

  • Colpo alla camorra in Veneto, arrestato anche il sindaco di Eraclea. Sequestri per 10 milioni

  • Omicidio a Marghera: uccide la moglie a coltellate, poi si costituisce

  • Voti dalla camorra in cambio di favori: arrestato Mirco Mestre, sindaco di Eraclea

  • Venezia, chiuso il locale "Ai Biliardi" per disturbo della quiete pubblica

  • Incidente all'alba: morto un 19enne. Ferito un giovane di Scorzè

Torna su
VeneziaToday è in caricamento