Bancarella senza autorizzazioni in strada Nuova, multa da 5mila euro

È stata inflitta lunedì a un venditore senegalese già ammonito in precedenza. Operazione della polizia municipale, oltre 700 articoli sequestrati

Maschere in legno, statue, chincaglieria, collane, bracciali, anelli, soprammobili: in totale 716 articoli, oggetti dell'artigianato tipico senegalese che venivano venduti senza alcuna autorizzazione lungo uno dei percorsi più battuti dai turisti. Ora l'attività del venditore abusivo ha subito una battuta d'arresto grazie alle operazioni di contrasto della polizia municipale in centro storico a Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti della sezione di Cannaregio lo hanno scoperto lunedì mattina verso le 11, durante i consueti controlli alle attività commerciali svolti in occasione della Fiera dell'Epifania in strada Nuova: al venditore abusivo di origine senegalese, già diffidato in precedenza ad esercitare l'attività in area pubblica, è stata contestata la violazione prevista dalla legge sul commercio per vendita in assenza di autorizzazione. La sanzione è di 5.164 euro, con relativo sequestro finalizzato a confisca di tutta la merce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpresi a fare sesso in strada, multa di 20mila euro

  • Centri autorizzati assistenza fiscale (Caaf) e Caf: indirizzi delle sedi a Venezia

  • "Reato di procurato allarme": presentato un esposto contro il presidente Luca Zaia

  • Picchia il compagno in palestra e lo minaccia di morte con un coltello, denunciata

  • Controlli più restrittivi su chi torna da fuori Europa: la nuova ordinanza regionale

  • Ratti e scarsa igiene: chiuso ristorante etnico di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento