La neve a Venezia se ne va senza disagi, ora scatta la paura ghiaccio

Tanto attesa, e temuta, la perturbazione che ha imbiancato centro storico e provincia non ha causato troppi problemi. A Portogruaro e San Stino venerdì le scuole rimarranno chiuse

La neve questa volta sembra essere caduta sul Veneziano senza causare grossi disagi. A differenza di dieci giorni fa, quando la viabilità mestrina e dei paesi lagunari era piombata nel caos. Tonnellate di sale sono state sparse dai volontari della protezione civile e dagli operatori Veritas soprattutto nei punti nevralgici che, in caso di problemi, potrebbero bloccare il traffico. Particolare attenzione, quindi, sui sottopassi e sui cavalcavia, per evitare che autobus o mezzi pesanti non riescano più a continuare la propria marcia.

Alle 20 non si segnalavano particolari problemi. Ma l'allerta rimarrà in vigore fino alle 16 di venerdì, tanto che la mattina del 22 febbraio le scuole di Portogruaro e di San Stino di Livenza non apriranno i battenti: "Il meteo, oltre alla neve, prevede una possibile gelata nelle prime ore del mattino, che causerebbe disagio alla circolazione stradale", recita l'ordinanza del sindaco di Portogruaro Antonio Bertoncello.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino, quindi, le possibili lastre di ghiaccio che nel giorno di Martedì Grasso causarono un maxi incidente sul Ponte della Libertà, che rimase bloccato per ore. Spostando l'attenzione un po' più in là, però, il meteo continuerà a fare i capricci: sabato sera, infatti, è prevista una nuova nevicata, anche se non persistente, per poi domenica, giorno di elezioni, mutare tutto in pioggia. L'incubo maltempo, quindi, aleggia sui seggi elettorali. Per questo il Governo ha mobilitato i prefetti per superare eventuali difficoltà logistico/ambientali e garantire l'esercizio del diritto di voto. Di conseguenza stamattina è stata convocata una riunione a Ca' Corner, a Venezia. A coordinarla il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • Dagli scavi in A4 è emersa un’imponente struttura di epoca romana

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

  • Dal primo giugno tutto il personale Actv torna in servizio

  • Casa del sesso in centro a Mestre: arrestata una donna

Torna su
VeneziaToday è in caricamento