No Grandi Navi, musica e gadget contro i giganti in laguna: il ritorno alle Zattere

La partecipazione dei movimenti ambientalisti da Italia ed Europa sabato e domenica, a piedi in riva o in barca alla Giudecca contro i condomini del mare a Venezia

No nav, la mobilitazione contro i giganti del mare in laguna riparte con gli eventi del fine settimana. Sabato i movimenti ambientalisti italiani come No Muos dalla Sicilia e Non Tap del Salento, insieme agli attivisti europei, sbarcano a Venezia e affiancano i No Grandi Navi ai magazzini del Sale, a Dorsoduro, nell'assemblea plenaria delle associazioni. Domenica il ritorno alla Giudecca, in barca, o alle Zattere, a piedi, "a lottare per la giustizia ambientale e la democrazia". 

La "due giorni" vede convergere in laguna tra gli altri: i tedeschi del Movement against Stuttgart 21, i francesi del Comitè contre la construction de l’aereporte de Notre Dame des Landes, i portoghesi di Academia Cidadã, e i catalani di Ciutat per a qui l’habita Palma o i greci di Hellenic Mining Watch. L'appuntamento a Venezia, spiegano gli organizzatori, non serve soltanto "per portare solidarietà alla battaglia contro le grandi navi, inquinanti come un'autostrada a tre corsie e devastanti per i precari equilibri dei fondali lagunari, ma anche per riportare al centro delle agende politiche temi come il contrasto ai cambiamenti climatici, la tutela dell'ambiente, il superamento di una economia ancora basata sui fossili. Tutte battaglie che ogni comitato porta avanti nel territorio in cui opera ma che si trovano riassunte nella lotta dei cittadini di una città come Venezia, nata da un ideale equilibrio tra terra e mare, contro il prepotente gigantismo delle multinazionali del turismo nautico. Venezia è una città unica, certo, ma è al contempo un simbolo globale. 
Vorremmo che la nostra città divenisse per due giorni la cassa di risonanza di tutte quelle lotte che oggi, in Italia e in Europa, sono condotte per la difesa dei territori, per la giustizia ambientale e per la democrazia decisionale".
 

IL PROGRAMMA

Sabato 23 settembre:

Ore 15. Ritrovo al S.a.L.E. Docks Magazzini del Sale, Dorsoduro 265, Venezia per l'assemblea plenaria dei movimenti e delle associazioni

Ore 20. Grazie alla partecipazione ufficiale della Municipalità di Venezia, Murano e Burano, si svolgerà la cena sociale con lunghe tavolate all'aperto in fondamenta delle Soranzo della Fornace (davanti al SaLE).  

Domenica 24 settembre:

Dalle ore 15 ritrovo alle Zattere per chi viene a piedi e nel canale della Giudecca per chi viene in barca

Durante l'iniziativa sono attivi punti ristoro, punti informativi con magliette, bandiere e altro materiale. Sul grande palco galleggiante si esibiscono 99 Posse, Cisco dei Modena City Ramblers, Pharmakos, Bim Bum Balaton e altri ancora.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Vittoria del Comune, il referendum sulla separazione tra Venezia e Mestre è illegittimo

  • Cronaca

    Venezia commossa per l'addio a Natalino e Renzo, simboli di amicizia e anima di Castello

  • Politica

    I sindaci riuniti a Venezia, appello al governo: "Garantire i fondi per le periferie"

  • Cronaca

    L'ultimo saluto a De Michelis, grande uomo della cultura e dell'editoria

I più letti della settimana

  • Omicidio a Cavarzere, donna di 37 anni uccisa a botte dal marito

  • Malore per strada a Venezia, muore a 23 anni

  • Maila non ha avuto scampo: un massacro tra le mura di casa

  • Eraclea, finisce fuori strada con la moto e perde la vita

  • Scomparsa a Jesolo anziana di 83 anni, ritrovata in buone condizioni in serata

  • Maltempo e forte vento sul Veneziano: stato di preallarme fino a martedì

Torna su
VeneziaToday è in caricamento