homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

A settembre scatta la "rivoluzione" Actv: meno corse e più cambi per gli utenti

Dal 12 del mese prossimo cambiano percorsi cittadini degli autobus per la società di trasporto locale, che cerca di far fronte così alla mancanza di fondi regionali

 

Mancano i fondi regionali e i conti sono da sistemare: parte la rivoluzione in casa Actv. Non potendo agire sul taglio del personale, la cosa più semplice è ridurre le corse e a rimetterci sono gli utenti. Il piano è stato presentato nei giorni scorsi ai sindacati, ora emergono alcune indiscrezioni.
 
Il piano, che come obiettivo ha la riduzione delle corse lunghe e l'inserimento di più cambi, sarà attivo dal 12 settembre e prevede che “le corse 5, 6, 8, l’extraurbano (con direttrice Noale-Venezia, Scorzè- Venezia e Preganziol-Venezia) vengono limitate a piazzale Cialdini, meno corse alla mattina nell’ora di punta del 4L e quindi del tram, grossa riduzione della linea 84, soppressione della 10/ e ulteriore riduzione della 10”, spiega la Nuova Venezia. I sindacati non si sono fatti attendere: “Bisogna intervenire subito contro questa macelleria del trasporto pubblico locale”, dichiara Giampietro Antonini del sindacato Usb. L'obiettivo dell'azienda dei trasporti è quello di riorganizzare i servizi, razionalizzando le corse e introducendo punti di interscambio. 
 
E la bozza presentata da Actv ai sindacati, va propria in questa direzione. Non a caso la linea 4 all’altezza di piazzale Cialdini si sdoppierà: una (la 4L) continuerà per Corso del Popolo come fa oggi, l’altra (4B), proseguirà invece per viale San Marco. Bisognerà quindi dimenticarsi il viaggio unico, e mettere in conto almeno un cambio di autobus. E’ prevista la soppressione delle linee 29 e 86 e la riduzione nelle ore serali delle corse della linea 19, e l’eliminazione delle 31 e 32. Novità anche per i giorni festivi: il 2 dovrebbe fermarsi alla stazione ferroviaria, senza arrivare a Venezia (sabato e domenica), ma verranno istituite delle linee ad alta frequenza da piazzale Cialdini a Venezia per viale San Marco. 
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Tragedia lungo il Costo: sbanda e cade, muore motociclista di Santa Maria di Sala

    • Cronaca

      Incidente tra imbarcazioni davanti a Villa Pisani, ci sarebbero dei feriti

    • Cronaca

      Turismo e degrado, la reazione di Zaia: "Daspo per gli incivili, web per gestire i flussi"

    • Incidenti stradali

      Malore fatale alla guida dell'auto, sbanda ed esce di strada: donna muore a San Stino

    I più letti della settimana

    • Turisti senza ritegno, ora Venezia diventa anche latrina: la foto choc gira sul web

    • Degrado no-stop: un'altra donna fa pipì all'aperto a Venezia, turisti in tenda ai Tolentini

    • Non c'è pace per gli automobilisti, furti in serie nella notte ai veicoli parcheggiati

    • Si masturba in spiaggia davanti ad una donna in bikini: rintracciato, è stato denunciato

    • Sui masegni in costume e pronti a tuffarsi in canale. Una residente "stoppa" i turisti

    • Noale: fuori di sé nel bar, volano pugni e sedie. Arrivano i carabinieri, finisce in ospedale

    Torna su
    VeneziaToday è in caricamento