Offese a Pietro Mennea durante il minuto di silenzio, multa al Venezia

Società sanzionata con 1.500 euro dopo che un isolato spettatore ha proferito una frase offensiva senza che il pubblico si dissociasse

Pietro Mennea

Vergogna al Penzo. Il giudice sportivo ha multato l'Unione Venezia con un'ammenda di 1.500 euro a causa di un isolato tifoso che in occasione del minuto di silenzio in memoria di Pietro Mennea prima del calcio d'inizio del match contro il Bassano di domenica scorsa, ha insultato la leggenda dello sport italiano proferendo una frase offensiva a voce alta. Il giudice sportivo ha sottolineato come il resto del pubblico non si sia dissociato da quel gesto, di qui la decisione di sanzionare la società, che ora dovrà decidere se fare ricorso o meno.

Pietro Mennea, morto il 21 marzo scorso, è stato il più grande velocista italiano di sempre, vincendo l'oro alle Olimpiadi di Mosca del 1980 nei 200 metri piani. E' stato primatista mondiale della specialità per 17 anni con 19"72, tutt'ora record europeo. Molto legato a Venezia, ha spesso partecipato a manifestazioni sportive e sociali in laguna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus: l'ordinanza per i Comuni colpiti del Veneto

  • Coronavirus: quali sono i sintomi e come comportarsi in caso di contagio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento