Controlli a sorpresa in classe, il cane antidroga "punta" anche una prof

Operazione Scuole Sicure in una scuola del Veneziano, denunciato uno studente-pusher: in casa 43 grammi di marijuana divisa in dosi. L'insegnante ha ammesso di fare uso di hashish

I controlli nelle classe

Sono stati sorpresi con la marijuana in classe, poi la posizione di uno dei due studenti "puntati" dal cane antidroga nel corso dell'operazione "Scuole Sicure" si è aggravata: in casa, infatti, nascondeva 43 grammi di "maria" già suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata. Per lui è scattata la denuncia. Il compagno, invece, è stato segnalato alla prefettura come assuntore di stupefacenti.

La prof

I controlli nello stesso istituto hanno poi preso una piega inaspettata: il cane, infatti, ha cominciato a fiutare con insistenza un'insegnante in servizio in quel momento. La circostanza ha lasciato inizialmente perplessi i carabinieri, che non trovando la donna in possesso di stupefacente, hanno deciso di procedere con la perquisizione domiciliare: l'agitazione del cane, infatti, ha fatto presumere ai militari che gli abiti della donna fossero in qualche modo "contaminati". Nell'abitazione della prof, come volevasi dimostrare, sono stati trovati 0,7 grammi di hashish. A quel punto, messa alle strette, non ha potuto fare altro che confermare di farne uso. Anche per lei, a quel punto, è scattata la segnalazione alla prefettura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento