L'ospedale dell'Angelo vanto nella cura dei traumi al midollo

L'ospedale di Mestre è rinomato fiore all'occhiello dell'Ulss 12 in caso di colpi da cosiddette attività del tempo libero. Potenziato, intanto, il servizio Croce Verde di Marcon

Il Primario Franco Guida con i suoi collaboratori durante un briefing mattutino all'ospedale dell'Angelo di Mestre

Più sicurezza per i cittadini, più forza al servizio di emergenza/urgenza. Ma anche vanto nel trattamento di alcune specificità come nel caso della cura dei traumi al midollo. Sono le due importanti novità che stanno riguardando in queste ore l'Ulss 12.

TRAUMI AL MIDOLLO, DRAMMA ESTIVO. Per quanto riguarda l'ospedale dell'Angelo di Mestre, importanti riconoscimenti arrivano nell’annuale Congresso nazionale di Neurochirurgia, svoltosi nei giorni scorsi a Napoli dove è emersa l'eccellenza nel caso di trattamento di traumi midollari, un vero dramma "estivo". "Il 60% di questi traumi, infatti, è conseguenza di un incidente stradale - spiega il dottor Guida, primario all'ospedale di Mestre - e molti di questi fatti traumatici avvengono durante l’attività sportiva o del tempo libero. La dinamica è semplice: un urto o un impatto vanno a colpire le vertebre; queste, fratturandosi, vanno a comprimere il midollo contenuto al proprio interno; e l’interessamento a carico del midollo provoca nella persona colpita difficoltà di movimento, o la paralisi, cioè un handicap tanto grave quanto è grave il danno al midollo stesso”.

ECCELLENZA TUTTA MESTRINA. Ma da dove nasce l'eccellenza di Mestre?
Sembra essere il risultato di una serie complessa di fattori: a partire da una migliore gestione del traumatizzato sulla scena dell’incidente, da una precoce assistenza clinica, da una corretta immobilizzazione con asse spinale e collare; è fondamentale, per chi rischia a seguito di un trauma della spina dorsale, poter essere ricoverato al più presto in un centro specializzato come l’Angelo, dove le strumentazioni per lo studio diagnostico vertebrale e midollare sono le più moderne, e dove un’équipe chirurgica esperta garantisce un timing chirurgico corretto e un precoce e adeguato trattamento postoperatorio e di riabilitazione.

POTENZIAMENTO CROCE VERDE. Per quanto riguarda, invece, il pronto intervento è stato potenziato il servizio di Croce Verde di Marcon: è questo il risultato della collaborazione tra il Comune, l’Ulss 12 Veneziana e la Croce Verde stessa. L’ambulanza della Croce Verde opera tutti i giorni (e non più solo nei feriali), e nelle intere 24 ore, anziché dalle 7 alle 22 come avveniva in precedenza, e porta sempre a bordo un infermiere professionale. Un potenziamento, spiega il direttore generale Giuseppe Dal Ben, che va a vantaggio anche delle zone limitrofe, e si inserisce nell’ampio quadro di tutto il servizio di emergenza/urgenza nell’area vasta dell’Ulss 12 Veneziana: "Simili interventi sono stati attuati al Lido, a Pellestrina, a Mestre, in laguna: l’emergenza/urgenza si rafforza anche in vista della stagione estiva e balneare, ma con l’ottica di un potenziamento non temporaneo: la convenzione in atto a Marcon con la Croce Verde ha infatti durata triennale, e opererà quindi in continuità in ogni stagione".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In arrivo forti rovesci e grandinate

  • Un etto di cocaina e 15 mila euro in contanti: 4 arresti

  • Pericoloso inseguimento in laguna, giovane sperona la volante: 25enne arrestato

  • Trova il padre senza vita in casa

  • Scomparso da tre giorni, trovato nel canale senza vita

  • Lunedì riaprono aree gioco per bimbi, parchi divertimento, zoo. L'1 giugno i centri estivi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento