Eroina, quarta overdose in un mese: trovata morta una 36enne

L'allarme lanciato solo dodici ore dopo il decesso. Indagini della polizia sul caso

Quando è stato lanciato l'allarme era morta da almeno dodici ore. Dodici ore durante le quali forse poteva essere salvata. La polizia sta cercando di chiarire le circostanze del decesso di una 36enne di Venezia, stroncata probabilmente da un'overdose da eroina all'interno di un appartamento a Santa Croce. 

La morte risale alla alla serata di giovedì ma solo nel primo pomeriggio di venerdì sarebbero stati chiamati i soccorsi. Ad allertarli, due amici della donna, che non è chiaro se abbiano trascorso la serata e la notte nella stessa casa. Tutti e due sono stati sentiti dagli agenti in questura e hanno raccontato la loro versione dei fatti, sulla quale saranno effettuate delle indagini. L'obiettivo è comprendere se la 36enne potesse essere salvata.

La procura, adesso, probabilmente disporrà un'autopsia sul corpo della donna, che già qualche giorno fa era finita al centro della cronaca perchè immortalata in un video mentre intratteneva un rapporto sessuale con un uomo nei pressi del ponte di Calatrava durante il Carnevale. Con lei, salgono a quattro le vittime dell'eroina nelle ultime tre settimane. Un'emergenza che sembra non avere fine, dopo la lunga scia di decessi registrati tra il 2017 e il 2018. Prima un 21enne di Mestre, finito in overdose nel bagno del centro commerciale Le Barche, poi un 44enne mestrino trovato in macchina vicino al Terraglio e l'ultimo, un 46enne di San Donà morto in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Recuperato senza vita l'anziano di San Donà

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento