Una coltivazione di cannabis individuata dall'elicottero a Sant'Erasmo

Il giorno di Ferragosto gli operatori della guardia di finanza hanno sequestrato 13 piante illegali

A distanza di un mese da un caso simile avvenuto a Cavallino-Treporti, un’altra piantagione illegale di cannabis è stata individuata la mattina di ferragosto sull’isola di Sant’Erasmo, nella laguna di Venezia. A scoprirla è stato l'equipaggio di un elicottero della guardia di finanza impegnato in una missione di ricognizione aerea: sorvolando un terreno incolto con fitta vegetazione, i militari hanno notato una radura creata artificialmente con delle piante sospette.

Sequestro

Sul posto sono intervenute due unità navali delle fiamme gialle: da terra i finanzieri hanno effettivamente riscontrato la presenza di tredici piante di canapa in fase di maturazione, del peso complessivo di 10 chili, e hanno sequestrato il tutto. Sono in corso gli accertamenti per risalire al responsabile, che per il momento è ignoto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

  • Se si avvicina alla ex arriva la polizia: primo braccialetto elettronico per stalking a Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento