Investe un pedone sulla Romea e scappa: pirata rintracciato poche ore dopo

Lo hanno individuato i carabinieri a Campagna Lupia. Nella notte aveva travolto un ventenne all'altezza di Gambarare. A inchiodarlo le tracce rimaste sull'auto

I rilievi dei carabinieri

Aveva falciato in pieno un pedone lungo la statale Romea, all'altezza di Gambarare, senza fermarsi a prestare soccorso e anzi pigiando sull'acceleratore per allontanarsi. Il pirata della strada è stato individuato poche ore più tardi dai carabinieri della tenenza di Mira, nella giornata di oggi, e denunciato in stato di libertà per il reato di omissione di soccorso. Si tratta di un 23enne di nazionalità romena residente a Campagna Lupia.

L'incidente

È successo nella notte tra martedì e mercoledì: il pedone, un ventenne residente nel Trevigiano, stava attarversando a piedi la Romea ma, tradito forse dall’oscurità o dall’eccesso di sicurezza, è stato travolto da un'auto che percorreva la statale a tutta velocità. L'urto violento ha fatto sbalzare il ragazzo sull’asfalto, mentre la macchina ha proseguito la sua corsa in direzione Venezia. Il malcapitato, di origini marocchine, è stato soccorso e portato subito all’ospedale in gravi condizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagini

Sono bastate poche ore per arrivare alla svolta nelle indagini: i militari hanno ricostruito gli avvenimenti, riuscendo a risalire al conducente dell'auto investitrice e raggiungendolo nella sua abitazione di Campagna Lupia. Lì, messo di fronte all'evidenza, il 23enne ha accompagnato i carabinieri nel garage, dove era parcheggiata una Audi sportiva completamente sfondata nella parte anteriore. Paraurti, cofano e parabrezza presentavano gli inequivocabili segni dell'impatto con un corpo umano. Il giovane pirata è stato quindi denunciato per una serie di gravi violazioni penali, con auto sequestrata e patente sospesa. Agli uomini in divisa avrebbe ammesso la propria responsabilità, spiegando di essersi allontanato dopo l’incidente perché spaventato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e Veneto

  • I dati aggiornati sul contagio in Veneto e in provincia

  • Aggiornamenti serali su contagi e ricoveri in provincia di Venezia e in Veneto

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti del 24 marzo sera

  • Quasi 6000 positivi al coronavirus in Veneto, altri morti in provincia

  • Quasi 900 positivi in provincia, altri 2 morti all'ospedale di Dolo

Torna su
VeneziaToday è in caricamento